Gampelen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gampelen
comune
Gampelen – Stemma
Gampelen – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Bern matt.svg Berna
RegioneSeeland
CircondarioSeeland
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate47°00′53″N 7°03′29″E / 47.014722°N 7.058056°E47.014722; 7.058056 (Gampelen)
Altitudine436 m s.l.m.
Superficie10,80 km²
Abitanti973 (2017)
Densità90,09 ab./km²
Comuni confinantiCudrefin (VD), Gals, Ins, La Tène (NE), Tschugg
Altre informazioni
Cod. postale3236
Prefisso032
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS0495
TargaBE
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Gampelen
Gampelen
Gampelen – Mappa
Sito istituzionale

Gampelen (toponimo tedesco; in francese Champion[1]) è un comune svizzero di 973 abitanti del Canton Berna, nella regione del Seeland (circondario del Seeland).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Gampelen è affacciato sul Lago di Neuchâtel.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1894 la località di Rothaus, fino ad allora frazione di Marin-Epagnier, fu assegnata a Gampelen[1].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa riformata
  • Chiesa riformata (già di San Martino), attestata dal 1228 e ricostruita nel 1513 e nel 1674-1675[1];
  • Castello di Gampelen.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti[2]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Gampelen è servito dall'omonima stazione sulla ferrovia Berna-Neuchâtel.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene comune; il comune patriziale di Gampelen comprende anche il comune politico di Gals[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Anne-Marie Dubler, Gampelen, in Dizionario storico della Svizzera, 10 settembre 2009. URL consultato il 13 dicembre 2018.
  2. ^ Dizionario storico della Svizzera
  3. ^ Anne-Marie Dubler, Gals, in Dizionario storico della Svizzera, 8 settembre 2005. URL consultato il 13 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN247290461 · GND (DE4261647-5 · WorldCat Identities (ENviaf-247290461
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera