Game Dev Tycoon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Game Dev Tycoon
videogioco
Piattaforma Microsoft Windows, macOS, Linux
Data di pubblicazione Mondo/non specificato 10 dicembre 2012
Genere Gestionale
Sviluppo Greenheart Games
Pubblicazione Greenheart Games, Valve Corporation, Headup Games
Modalità di gioco Giocatore singolo
Periferiche di input Tastiera, mouse
Distribuzione digitale Steam, Windows Store

Game Dev Tycoon è un videogioco gestionale economico sviluppato da Greenheart Games, azienda fondata nel luglio 2012 dai fratelli Patrick e Daniel Klug.

Ispirato a Game Dev Story di Kairosoft, disponibile per iOS e Android), il gioco è incentrato sullo sviluppo di videogiochi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è ambientato all'interno di un garage dove il protagonista, con poco denaro e scelte limitate, può guadagnare denaro producendo videogiochi indipendenti. Una volta raggiunta una cifra considerevole può trasferirsi in un ufficio e assumere dipendenti che contribuiscano allo sviluppo del videogioco. Il gioco prosegue sbloccando via via stanze più capienti e uno staff più numeroso.

Il videogioco termina dopo trentasei anni di gioco, in cui si ripercorre la storia delle console e dei videogiochi delle varie ere videoludiche.

Sistema anti-pirateria[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco è stato reso celebre da una misura anti-pirateria, sviluppata da Patrick Klug: il fondatore di Greenheart Games ha infatti fatto circolare una versione pirata del gioco opportunamente modificata.[1] La versione è identica al videogioco originale, eccetto il fatto che è impossibile completarla.[2] Avanzando nel gioco l'utente riceve il seguente messaggio:

(EN)

« Boss, it seems that while many players play our new game, they steal it by downloading a cracked version rather than buying it legally. If players don’t buy the games they like, we will sooner or later go bankrupt. »

(IT)

« Capo, sembra che molti dei giocatori che stanno giocano al nostro nuovo gioco, abbiano preferito rubarlo scaricando una versione pirata invece di compralo legalmente. Se i giocatori non acquistano i giochi che apprezzano, primo o poi finiremo in bancarotta. »

In seguito a questo messaggio la pirateria porta gradualmente il protagonista alla bancarotta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi