Gambaquezonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gambaquezonia
Immagine di Gambaquezonia mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Salticoidea
Famiglia Salticidae
Sottofamiglia incertae sedis
Genere Gambaquezonia
Barrion & Litsinger, 1995
Serie tipo
Gambaquezonia itimana
Barrion & Litsinger, 1995
Specie

Gambaquezonia Barrion & Litsinger, 1995 è un genere di ragni appartenente alla famiglia Salticidae.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il genere, al 2000, era rappresentato da un solo esemplare femminile rinvenuto[1]. Nel 2009 l'aracnologo Edwards ha reperito anche esemplari maschili[2].

L'esemplare rinvenuto ha corpo allungato e di colore verde, ed è probabilmente correlato ai generi Orthrus Simon, 1900 e Asemonea O. P.-Cambridge, 1869[1]. La femmina è lunga circa 6 millimetri, con cefalotorace di color giallo pallido e una striscia nera che contorna gli occhi fino a raggiungere il margine posteriore[1].

L'opistosoma, di colore giallo, presenta delle strisce grigie in senso longitudinale e una larga banda nera, seguita da due macchie laterali anch'esse di colore nero. Le zampe sono di colore giallo, con strisce scure su alcuni segmenti[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'unica specie oggi nota di questo genere è stata rinvenuta nelle Filippine, sull'isola di Luzon[2].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

A giugno 2011, si compone di una specie[2]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Murphy & Murphy 2000: 292f
  2. ^ a b c The world spider catalog, Salticidae
  3. ^ Specie tipo del genere.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Barrion & Litsinger, 1995 - Riceland Spiders of South and Southeast Asia. CAB International, Wallingford, p. 1-700.
  • Frances e John Murphy, An Introduction to the Spiders of South East Asia, Kuala Lumpur, Malaysian Nature Society, 2000.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi