Gallinula chloropus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gallinella d'acqua)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gallinella d'acqua
Gallinula galeata Common Gallinule Florida 750px.jpg
Gallinula chloropus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Ordine Gruiformes
Famiglia Rallidae
Genere Gallinula
Specie G. chloropus
Nomenclatura binomiale
Gallinula chloropus
(Linnaeus, 1758)
Sottospecie
  • G. c. chloropus
  • G. c. meridionalis
  • G. c. pyrrhorrhoa
  • G. c. orientalis

La gallinella d'acqua (Gallinula chloropus (Linnaeus, 1758)) è un uccello della famiglia dei Rallidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La gallinella d'acqua si riconosce per il piumaggio nero nelle parti anteriori e marrone scuro sulla parte posteriore del corpo e sulle ali; il becco giallo è dotato alla base di una cera rossa. Le ali chiuse presentano una striscia di penne bianche, come pure è bianco il posteriore sotto la breve coda. La lunghezza supera i 30 cm. Le zampe sono di colore giallo verdastro, dotate di dita molto lunghe.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

La gallinella è un'abile nuotatrice; il movimento nell'acqua è caratteristico perché procede a scatti; il volo piuttosto pesante. Se spaventata emette un caratteristico richiamo; questo comportamento permette il censimento degli animali anche quando sono nascosti alla vista.

È una specie onnivora[3]: si nutre di insetti acquatici, piccoli pesci, crostacei, molluschi, germogli di piante acquatiche e altra materia vegetale.

Airone cenerino (Ardea cinerea) che si ciba di un pulcino di gallinella

Costruisce il nido nel folto della vegetazione acquatica preferibilmente presso la riva ma anche su isolotti precari, oppure sulla riva del corso d'acqua. Le femmine vi depongono da cinque a dieci uova marroncine maculate con chiazze più scure che covano per oltre venti giorni. I piccoli sono nidifugi e seguono la madre dalla quale sono accuditi per alcune settimane. I piccoli possono essere predati dall'airone cenerino.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La gallinella, con diverse sottospecie, è diffusa in Europa, Africa e Asia[1]. Nidificante e stanziale in Europa centrale, in Europa meridionale e in Europa occidentale. Nidificante estiva in Europa orientale. Non è considerata una specie in pericolo.

Frequenta luoghi umidi: stagni, laghi, rogge e fossati e in generale terreni umidi e acque che scorrono lentamente con molte piante acquatiche.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sono note le seguenti sottospecie:[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2016, Gallinula chloropus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.1, IUCN, 2017.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Rallidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 19 maggio 2014.
  3. ^ (EN) Taylor B., Christie D.A. & Kirwan G.M., Common Moorhen (Gallinula chloropus), su Handbook of the Birds of the World Alive, 2018. URL consultato il 10 febbraio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Gallinula chloropus in Nederlandsche vogelen 1770

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli