Galla (botanica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una Galla della Quercia, di forma tondeggiante e munita di protuberanze.

Una galla, conosciuta anche come cecidio, è una malformazione a carattere escrescente che si forma sulle foglie, sui rami, sul tronco e sulle radici dei vegetali e dovuta alla parassitosi di funghi, batteri, insetti o acari. Potrebbe essere definito un "tumore" in quanto consiste di una proliferazione delle cellule vegetali della pianta stessa. È in genere semplice riconoscere il tipo di parassita poiché ognuno di essi produce una galla differente per mezzo di un agente diverso. Particolarmente diffusa sul territorio italiano è la galla della quercia, provocata dall'imenottero Andricus quercuscalicis.

La galla del colletto non è una vera e propria galla in quanto non indotta da agenti esterni ma costituita da una proliferazione di cellule vegetali indifferenziate indotta dalla produzione autonoma di fitoregolatori di crescita (auxine o citochinine) da parte delle stesse cellule.

La scienza che si occupa dello studio delle galle e degli insetti che le inducono viene detta cecidologia.

Le galle vengono adoperate per produrre inchiostri definiti ferro-gallici. I tannini, di cui le galle sono ricchissime, vengon fatti reagire con del solfato ferroso. Il complesso di Ferro (II) prodotto si adopera come inchiostro.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Botanica