Galinoporni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Galinoporni
comune
(EL) Γαληνόπορνη (Galinoporni)
(TR) Kaleburnu
Galinoporni – Veduta
Galinoporni nel 2016 visto da sud
Localizzazione
StatoCipro del Nord Cipro del Nord
(de facto)
Cipro Cipro (de iure)
DistrettoFamagosta
Territorio
Coordinate35°31′21.82″N 34°18′05.04″E / 35.522729°N 34.301399°E35.522729; 34.301399 (Galinoporni)Coordinate: 35°31′21.82″N 34°18′05.04″E / 35.522729°N 34.301399°E35.522729; 34.301399 (Galinoporni)
Altitudine89 m s.l.m.
Abitanti333[1] (2011)
Altre informazioni
LingueTurco, Greco
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Cipro del Nord
Galinoporni
Galinoporni

Galinoporni (in Greco: Γαληνόπορνη; in Turco: Kaleburnu) è un villaggio Turco-Cipriota nell'isola di Cipro, situato sulla costa meridionale della penisola del Karpas, nel nordest dell'isola. Galinoporni è dal 1974 sotto il controllo di fatto della Repubblica Turca di Cipro Nord. Nel 2011, aveva una popolazione di 333 abitanti. Kaleburnu è frequentato nei mesi estivi da ricchi turco-ciprioti emigrati a Nicosia o in Inghilterra, i quali hanno fatto costruire nel villaggio le loro residenze estive.[2] Anche se la religione praticata nel villaggio è da lungo tempo l'Islam, la lingua della popolazione era un tempo quella greca, e solo dopo il 1974 il turco poté gradualmente prendere piede tra gli abitanti di Kaleburnu.[2]

I dintorni del paese ospitano due siti dell'età del bronzo: a Kraltepe sono stati scavati i resti di un palazzo, i cui abitanti intorno al 1200 a.C. avevano contatti commerciali con la costa orientale del Mar Mediterraneo.[2] A Nitovikla sono presenti i resti di una fortezza risalente al 1500 a.C., la cui cittadella venne eretta nello stile della fortezza ittita di Boğazköy in Anatolia.[2] Inoltre, ad Avtepe è situato un importante gruppo di grotte, che ospitano resti di costruzioni.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (TR) KKTC 2011 Nüfus ve Konut Sayımı [TRNC 2011 Population and Housing Census] (PDF), TRNC State Planning Organization, 6 agosto 2013.
  2. ^ a b c d e (DE) Ralph-Raymond Braun, Zypern, Erlangen, Michael Müller, 2009, p. 379-81, ISBN 978-3-89953-418-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]