Galina Dyuragin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aleksàndra Galìna Djuràgina (Kasli, 27 giugno 1898Ettenhausen, 11 febbraio 1991) è stata una scrittrice e psicologa russa. Alja Rachmanova (pseudonimo di Galina Nikolaevna Djuragina) è una scrittrice russa vissuta nell'emigrazione, pressoché sconosciuta in Russia, dacché le sue opere furono pubblicate in tedesco, tradotte dal marito, e ad oggi non esistono ancora edizioni russe. Fu conosciuta per i suoi diari, pubblicati sotto il nome di Aleksandra o Alja Rachmanova, nei quali descrisse la sua giovinezza, gli studi e il matrimonio durante la rivoluzione d'ottobre e la sua vita di rifugiata a Vienna.

La Rachmanova nacque nella famiglia di un medico nella città di Kasli vicino a Ekaterinburg. Nel 1916 si iscrisse alla facoltà di filologia dell'università di Perm'; portò a termine i suoi studi a Irkutsk nel periodo della guerra civile. Nel 1921 la scrittrice si unì in matrimonio con Arnulf von Hoyer, un ex prigioniero austriaco. La giovane famiglia visse a Perm' dal 1922 al 1925, quando i due furono espulsi dall'Unione Sovietica e costretti a rifugiarsi in Europa Occidentale. Inizialmente si stabilirono nella periferia di Vienna e poi, nel 1927, si trasferirono a Salisburgo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • All'ombra della corte degli Zar, ed. Baldini & Castoldi, 1961
  • La fabbrica degli uomini nuovi, ed. Bemporad, 1937
  • Lattaia a Ottakring, ed. Bemporad, 1937
  • Leone Tolstoi. Tragedia del suo matrimonio, ed. Serling & Kupfer, 1939
  • Matrimoni nella bufera rossa, ed. Bemporad, 1936
  • Paradiso o inferno? (La vita quotidiana nell'U.R.S.S.), ed. La verità, 1942
  • Studenti, amore, Ceka e morte, ed. Bemporad, 1937
  • Una fanciulla fra i Tartari della Russia, ed. Bemporad, 1938
  • Wera Fedorowna, ed. Baldini & Castoldi, 1940

Controllo di autorità VIAF: 115234309 LCCN: n85055943

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie