Galeazzo Gualdo Priorato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Galeazzo Gualdo Priorato all'età di 33 anni

Galeazzo Gualdo Priorato (Vicenza, 23 luglio 1606Vicenza, 1678) è stato uno storico e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Galeazzo Gualdo Priorato: Il guerriero prudente, Venezia 1640
Maurizio di Nassau

Uomo d'armi e storico, ebbe una vita attivissima che lo portò a dare i suoi servigi di soldato sotto diverse bandiere. Combatté infatti sotto i comandi di Maurizio di Nassau e Albrecht von Wallenstein[1]. Fu testimone importante della sua epoca, grazie ad una fluente scrittura e ad una capacità impressionante di raccogliere i dati.

All'inizio della sua carriera militare, fu con Maurizio di Nassau nelle Fiandre contro gli spagnoli, poi con i francesi e gli inglesi, tornò poi di nuovo con il Principe di Nassau in Brasile a combattere i portoghesi, che affronterà anche in Marocco e sulle coste dell'Africa. Ancora, fu al servizio del Wallenstein contro gli Svedesi. Nel 1653 si fece naturalizzare francese. Ebbe ancora incarichi in Svezia e Danimarca e nel 1663 fu nominato storico di corte[1] dall'imperatore Leopoldo.

Nel 1664 si ritirò a Vicenza, dove ebbe modo di scrivere numerose opere storiche. È del 1640-51 la Historia delle guerre di Ferdinando II d'Asburgo e Ferdinando III d'Asburgo imperatori e del re Filippo IV di Spagna contro Gustavo Adolfo, re di Svezia e Luigi XIII, re di Francia,[2] che lo rese noto in tutta Europa.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fonte: G. Gullino, Dizionario Biografico degli Italiani, riferimenti e link in Bibliografia.
  2. ^ a b Galeazzo Gualdo Priorato, Historia Delle Guerre Di Ferdinando II. E Ferdinando III., Imperatori E Del Re Filippo IV Di Spagna Contro Gostavo Adolfo Re Di Svetia E Luigi XIII., Re Di Francia: Successe dall'anno 1636 fino all'anno 1641, Bertani, 1646.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27156052 · ISNI (EN0000 0001 1023 1353 · LCCN (ENn84233131 · GND (DE119396645 · BNF (FRcb12425265w (data) · NLA (EN49860111 · BAV ADV10157758 · CERL cnp00405853 · WorldCat Identities (ENn84-233131