Galder Gaztelu-Urrutia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Galder Gaztelu-Urrutia Munitxa

Galder Gaztelu-Urrutia Munitxa (Bilbao, 1974) è un regista spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 2018 ha lavorato per la pubblicità e la televisione. Nel 2019 ha diretto il suo primo lungometraggio, Il buco. Il film ha ricevuto il Midnight Madness Audience Award, al Festival di Sitges, dove ha vinto il premio per il miglior film, e al Toronto International Film Festival, ha ricevuto il premio del pubblico.

Stile e tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Nei cortometraggi 913 (2004), La casa del lago (2011) e nel suo primo lungometraggio, Galder Gaztelu approfondisce un mondo futuristico da una prospettiva pessimistica, che evidenzia gli elementi negativi dell'essere umano. I suoi film sono narrati in un rigido linguaggio filmico, con continui primi piani aggressivi e scorci digradanti. Tra i suoi riferimenti, si notano titoli letterari come La divina commedia e film come L'angelo sterminatore (Luis Buñuel, 1962), Delicatessen (Jean-Pierre Jeunet e Marc Caro, 1991), Blade Runner (Ridley Scott, 1982) o Taxi Driver (Martin Scorsese, 1976), con personaggi che nascondono la verità, persone che dicono una cosa e ne fanno un'altra, in cui il tradimento è un gioco di sopravvivenza.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]