Gaio Plauzio Deciano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gaio Plauzio Deciano
Nome originaleC. Plautius Decianus
GensPlautia
Consolato329 a.C.

Gaio Plauzio Deciano (... – ...) è stato un politico romano del IV secolo a.C.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu eletto console nel 329 a.C., collega di Lucio Emilio Mamercino Privernate[1]. Lucio Emilio si preparò a combattere contro i Galli, che si diceva marciassero verso sud, bandendo una leva; quando la notizia si rivelò infondata, riunì le sue forze a quelle di Deciano, assediando la città di Privernum. La caduta della città fu considerata un avvenimento di tale importanza che ambedue i consoli ottennero il trionfo e Lucio Emilio fu soprannominato "Privernate"[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tito Livio, Ab urbe condita libri, VIII, 20.
  2. ^ Smith, p. 911.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondarie[modifica | modifica wikitesto]

  • William Smith, Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, vol. II, Boston, Little, Brown, and Company, 1867.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]