Gaetano Testa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gaetano Testa (Mistretta, 1935) è uno scrittore, poeta e pittore italiano, tra i fondatori del Gruppo '63, in seno al quale ha rappresentato, assieme a Michele Perriera e a Roberto Di Marco, la cosiddetta "Scuola di Palermo".

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Ha collaborato con numerosi quotidiani e riviste tra cui "L'Ora", "Giornale di Sicilia", "Il Verri", "Marcatré", "Il Caffè", "Malebolge", "Quindici", "Nuova Corrente", "Che fare" e ha promosso le riviste "Fasis" e "Per Approssimazione".[1]

Il suo libro La coda di Tatai, del 2004, è stato finalista al Premio Bergamo.[2]

Alcune opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La scuola di Palermo (con AA.VV.), Feltrinelli, 1963
  • S.p.a., Feltrinelli, 1963
  • Cinque, Feltrinelli, 1968
  • L'idea del consumo (con Elio Piazza), Flaccovio, 1973
  • Per approssimazione, Flaccovio, 1978
  • Borno, (con Francesco Gambaro), Perap, 1990
  • Jallo, (con Francesco Gambaro), Perap, 1992
  • Azzonzo, Perap, 2001
  • Kleenex (con Francesco Gambaro), Flaccovio, 2003
  • Mistretta & baci, Flaccovio, 2004
  • La coda di Tatai, Flaccovio, 2004
  • Dialoghi con Guidoval, il Palindromo, 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gaetano Testa (DOC), su mistretta.eu. URL consultato il 12 dicembre 2015.
  2. ^ RACCOLTA PREMIO NAZIONALE DI NARRATIVA BERGAMO, su legacy.bibliotecamai.org. URL consultato il 7 maggio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN63149693 · ISNI (EN0000 0000 7863 1620 · LCCN (ENn89612756 · WorldCat Identities (ENn89-612756