Gabrielius Landsbergis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Gabrielius Landsbergis

Ministro degli affari esteri della Lituania
In carica
Inizio mandato11 dicembre 2020
Capo del governoIngrida Šimonytė
PredecessoreLinas Linkevičius

Europarlamentare
LegislaturaVIII (fino al 12-05-2018)
Gruppo
parlamentare
PPE

Dati generali
Partito politicoTS-LKD
Titolo di studioLaurea in relazioni internazionali
UniversitàUniversità di Vilnius

Gabrielius Landsbergis (Vilnius, 7 gennaio 1982) è un politico e diplomatico lituano, dal 2015 presidente dell'Unione della Patria - Democratici Cristiani di Lituania e ministro degli Esteri della Lituania dall'11 dicembre 2020.

Landsbergis al vertice del PPE nel 2016.

Nato a Vilnius nel 1982, è il figlio del giornalista e scrittore Vytautas V. Landsbergis e nipote di Vytautas Landsbergis, principale fautore dell'indipendenza lituana del 1990-1991 dall'Unione Sovietica e primo presidente della nuova repubblica.

Si è laureato nel 2003 alla Facoltà di Storia dell'Università di Vilnius; nel 2005 ha conseguito un master in Relazioni Internazionali e Diplomazia presso la medesima università. Ha quindi iniziato a lavorare per il Ministero degli Affari Esteri della Lituania e per la Cancelleria del Presidente. Nel 2007 è entrato a far parte dello staff dell'ambasciata lituana in Belgio.

L'8 gennaio 2014 è stato selezionato come candidato principale della lista dell'Unione della Patria alle elezioni europee del 2014, venendo successivamente eletto. Ha fatto parte della commissione parlamentare per il commercio internazionale e della sottocommissione per la sicurezza e la difesa[1]. Nel marzo 2016, si è dimesso dal Parlamento europeo e si è candidato alle elezioni parlamentari lituane dello stesso anno, risultando eletto nella circoscrizione di Kaunas.

L'11 dicembre 2020 è stato nominato ministro degli Affari Esteri nel Governo Šimonytė[2].

  1. ^ (EN) 8th parliamentary term, su europarl.europa.eu. URL consultato il European Parliament.
  2. ^ (EN) President approves makeup of Simonyte Cabinet, su delfi.lt, DELFI.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
Controllo di autoritàVIAF (EN8085147967374584200006 · GND (DE122216857X · WorldCat Identities (ENviaf-8085147967374584200006