Gabriele Devecchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gabriele De Vecchi)
Jump to navigation Jump to search
Vaso Kiss in the Wind, 1985 (Triennale Design Museum)

Gabriele Devecchi (Milano, 18 marzo 1938Milano, 27 ottobre 2011) è stato un designer, architetto e orafo italiano. Nel 1959 è stato cofondatore (assieme a Giovanni Anceschi, Davide Boriani, Gianni Colombo e Grazia Varisco), del Gruppo T, avanguardia artistica nell'ambito dell'arte cinetica e programmata.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il conseguimento della maturità artistica, Gabriele Devecchi inizia a lavorare presso il laboratorio di argenteria del padre.

Nel 1959 costituisce con Giovanni Anceschi, Gianni Colombo e Davide Boriani il Gruppo T, iniziando a realizzare opere cinetiche e programmate, ambienti interattivi, grafiche programmate, multipli, interventi integrati al contesto urbano. Tra le opere che rappresentano il culmine dell'arte del Gruppo T vi è La scultura da prendere a calci.

Dal 1962 avvia collaborazioni con altri settori della progettazione: arredo, prodotto, allestimento e urban design. Inoltre partecipa attivamente alle manifestazioni arte programmata, promosse da Olivetti, in Italia e negli Usa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dragone P., L'arte Programmata, a.c., in AA. VV., Ricerche visuali dopo il 1945 - Corso di Storia della critica d'arte, a cura di Marisa Dalai Emiliani, Unicopli - Cuem, Milano 1978
  • Lea Vergine, arte programmata e cinetica 1953-63. l'ultima avanguardia, Mazzotta, Milano, 1983
  • Cangiano S., Fornari D., Arte ri-programmata. Un manifesto aperto. 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]