Gabriel Montesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gabriel Montesi (Genzano di Roma, 10 agosto 1992) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Genzano di Roma, è cresciuto ad Aprilia, in provincia di Latina. Ha iniziato ad appassionarsi alla recitazione dopo aver partecipato al laboratorio di recitazione teatrale "Teatro Finestra" ad Aprilia,[1] in seguito ha preso parte a diversi corsi e laboratori a Roma per poi entrare alla Scuola d'arte cinematografica Gian Maria Volonté, dove si è diplomato nel 2019.[2]

Ha ottenuto i primi ruoli in produzioni televisive come Un medico in famiglia e Il restauratore. Il debutto cinematografico è avvenuto nel 2014 con una piccola parte in Pasolini di Abel Ferrara. Ha impersonato Adieis ne Il primo re di Matteo Rovere e un ragazzo padre in Favolacce dei fratelli D'Innocenzo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Pinocchio di Carlo Collodi, regia di Raffaele Calabrese (2013)
  • L'anniversario di Anton Čechov, regia di Natalia Florenskaia (2014)
  • L'orso di Anton Čechov, regia di Natalia Florenskaia (2014)
  • Le Grammatic Voudeville francese, regia di Natalia Florenskaia (2014)
  • Il compleanno di Harold Pinter, regia di Natalia Florenskaia (2014)
  • Il colloquio di Matteo Tilibetti, regia di Natalia Florenskaia (2014)
  • Strega di Anton Čechov, regia di Natalia Florenskaia (2015)
  • Progetto ecologia sociale di Giorgio Serafini Prosperi, regia di Natalia Florenskaia (2015)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L’attore apriliano Gabriel Montesi, reduce dal successo di “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo, ospite ai microfoni di Studio 93., su studio93.it. URL consultato il 5 agosto 2020.
  2. ^ Gabriel Montesi: da Aprilia a Berlino, viaggio di sola andata [collegamento interrotto], su artwave.it. URL consultato il 5 agosto 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]