Gabriel Correa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gabriel Correa
Dati biografici
Nome Carlos Gabriel Correa Viana
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 177[1] cm
Peso 67[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2001 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1982-1988 River Plate Mont. River Plate Mont.  ? (?)
1989 Penarol Peñarol  ? (?)
1990-1993 Real Murcia Real Murcia 55 (2)
1993-1994 Real Valladolid Real Valladolid 20 (0)
1994-1998 CP Merida CP Mérida 118 (7)
1998-1999 Siviglia Siviglia 20 (0)
2000-2001 Hercules Hércules 9 (0)
Nazionale
1988-1990 Uruguay Uruguay 19 (2)
Carriera da allenatore
2005-2006 Real Murcia Real Murcia vice
2006 Real Murcia Real Murcia
2006-2007 Mar Menor Mar Menor
2007-2008 Caravaca Caravaca
2008 Lorca Lorca
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Carlos Gabriel Correa Viana (Montevideo, 13 gennaio 1968) è un allenatore di calcio ed ex calciatore uruguaiano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Giocava come centrocampista centrale.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera in patria nel River Plate della sua città natale, ottenendo nel 1984 la promozione in prima divisione; dopo svariate stagioni, trascorre un anno nel Peñarol, terminato il quale ottiene il trasferimento in Europa. Nel 1990 difatti viene acquistato dal Real Murcia, all'epoca in Segunda División spagnola; nel primo torneo spicca, oltre che per la sua frequente presenza in campo, anche dal punto di vista disciplinare: sono infatti dieci i cartellini gialli e due quelli rossi. La seconda annata è negativa per la sua società, dato che retrocede in Segunda División B. In seguito a tale risultato, Correa lascia la squadra e si accorda con il Real Valladolid, militante in Primera División. La prima annata in massima serie si conclude con il diciottesimo posto, ma la retrocessione è evitata. Comunque, il giocatore lascia egualmente la società e si accasa al Mérida, che al termine del campionato 1994-1995 conquista la promozione. Correa torna dunque a calcare i campi della Liga, ma nonostante una buona stagione a livello personale (34 partite e 3 gol, entrambi primati per quanto riguarda la sua carriera in Spagna) il Mérida retrocede. Ancora una volta però la società estremadurana viene promossa in prima divisione; di nuovo, al termine della Primera División spagnola 1997-1998 torna in seconda serie. Correa lascia dunque il club e disputa la sua penultima stagione al Siviglia, guadagnandosi la terza promozione in carriera nella stagione 1998-1999. Nel 2000 viene ceduto all'Hércules, con cui chiude la carriera nel 2001.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Debutta in Nazionale il 2 novembre 1988[1] nell'incontro di Concepción con il Cile durante la Coppa Juan Pinto Durán. Successivamente viene incluso nella lista dei convocati per la Copa América 1989, e in tale competizione è membro fisso della linea mediana della sua selezione, eccezion fatta per le ultime due partite, in cui è sostituito da Perdomo.[2] L'anno successivo ottiene anche la convocazione per il campionato del mondo 1990 e debutta alla prima partita dell'Uruguay contro la Spagna, sostituendo al 68o minuto Pereira: quella rimane l'unica sua presenza nel torneo.[3]

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 assume la guida delle giovanili del Murcia, attività che svolge in parallelo con il suo incarico di vice allenatore: nel 2006 siede in panchina della prima squadra per una partita prima che venga nominato il nuovo tecnico di ruolo. Successivamente segue Mar Menor, Caravaca e Lorca.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]
River Plate: 1984
Mérida: 1994-1995, 1996-1997

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (PT) Carlos Gabriel Correa Viana, playerhistory.com. URL consultato il 16-10-2010.
  2. ^ (EN) Copa América 1989, RSSSF. URL consultato il 16-10-2010.
  3. ^ (EN) World Cup 1990 finals, RSSSF. URL consultato il 15-10-2010.

URUlegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]