GLAAD Media Awards 2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La 29ª edizione dei GLAAD Media Awards si è tenuta nel 2018, presentata dalla Gay & Lesbian Alliance Against Defamation.

Le candidature sono state annunciate il 19 gennaio 2018.[1][2][3] Le cerimonie di premiazione si sono tenute al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles il 12 aprile e al Waldorf-Astoria Hotel di New York il 5 maggio.[1]

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles[modifica | modifica wikitesto]

Britney Spears ha ricevuto il Vanguard Award alla cerimonia di Los Angeles.

Vanguard Award[modifica | modifica wikitesto]

Stephen F. Kozak Award[modifica | modifica wikitesto]

Miglior film della piccola distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Miglior serie commedia[modifica | modifica wikitesto]

Miglior serie drammatica[modifica | modifica wikitesto]

Miglior episodio serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Miglior film per la televisione o miniserie[modifica | modifica wikitesto]

Miglior fumetto[modifica | modifica wikitesto]

  • Black Panther: World of Wakanda - Roxane Gay, Ta-Nehisi Coates, Yona Harvey e Rembert Browne
  • America - Gabby Rivera
  • The Backstagers - James Tynion IV
  • Batwoman - Marguerite Bennett e James Tynion IV
  • Deadman: Dark Mansion of Forbidden Love - Sarah Vaughn
  • Goldie Vance - Hope Larson e Jackie Ball
  • Iceman - Sina Grace
  • Lumberjanes - Kat Leyh, Shannon Watters
  • Quantum Teens are Go - Magdalene Visaggio
  • The Woods - James Tynion IV

Miglior soap opera drammatica[modifica | modifica wikitesto]

Miglior programma per famiglie o bambini[modifica | modifica wikitesto]

Miglior articolo giornalistico digitale[modifica | modifica wikitesto]

  • "Why Bisexual Men Are Still Fighting to Convince Us They Exist" - Samantha Allen
  • "The Ballad of Bobby Brooks, the First Gay Student-Body President of Texas A&M" - Lauren Larson
  • "For Those We Lost and Those Who Survived: The Pulse Massacre One Year Later" - James Michael Nichols
  • "‘I Am a Girl Now,’ Sage Smith Wrote. Then She Went Missing." - Emma Eisenberg
  • "Meet the Transgender Student Who Fought Discrimination at His Maryland High School (and Won)" - Nico Lang

Miglior blog[modifica | modifica wikitesto]

  • Transgriot
  • Autostraddle
  • Gays With Kids
  • My Fabulous Disease
  • Pittsburgh Lesbian Correspondents

Riconoscimento speciale[modifica | modifica wikitesto]

New York[modifica | modifica wikitesto]

Excellence in Media Award[modifica | modifica wikitesto]

Vito Russo Award[modifica | modifica wikitesto]

Miglior film della grande distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Miglior documentario[modifica | modifica wikitesto]

Miglior reality show[modifica | modifica wikitesto]

Miglior articolo su una rivista[modifica | modifica wikitesto]

Miglior cantante[modifica | modifica wikitesto]

Miglior episodio talk show[modifica | modifica wikitesto]

  • "Australia Marriage Equality" - Last Week Tonight with John Oliver
  • "Danica Roem" - The Opposition with Jordan Klepper
  • "Laila and Logan Ireland, Transgender Military Couple" - The Ellen DeGeneres Show
  • "Laverne Cox and Gavin Grimm" - The View
  • "Trans Veterans React to Ban" - The Daily Show with Trevor Noah

Miglior articolo su un giornale[modifica | modifica wikitesto]

Miglior servizio giornalistico TV[modifica | modifica wikitesto]

  • "Murders Raise Alarm for Transgender Community" - NBC Nightly News with Lester Holt
  • "The Abolitionists Face the Love Army" - KAPP-KVEW Local News
  • "DJ Zeke Thomas Goes Public" - Good Morning America
  • "Transgender Murders in Louisiana Part of Disturbing Trend" - CBS Evening News
  • "Transgender Rights under Fire in Trump Era" - AM Joy

Miglior servizio giornalistico TV di un giornale[modifica | modifica wikitesto]

  • "The Pulse of Orlando: Terror at the Nightclub" - Anderson Cooper 360
  • "A Boy Named Lucas" - 20/20
  • "China Queer" - The Naked Truth
  • "Gay Purge?" - Nightline
  • "Trans Youth" - VICE on HBO

Miglior rivista[modifica | modifica wikitesto]

Miglior articolo giornalistico digitale - Mutimedia[modifica | modifica wikitesto]

  • "‘This Is How We Win’: Inside Danica Roem’s Historic Victory" - Diana Tourjée
  • "Former Patriots and Chiefs Tackle Ryan O’Callaghan Comes Out as Gay" - Cyd Zeigler
  • "Made to Model: Trans Beauty in Fashion"
  • "Transgender Day of Remembrance" - Saeed Jones
  • "US Travel Ban Leaves LGBT Refugees in Limbo" - Nina dos Santos

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Lena Grossman, These Are the 2018 GLAAD Media Awards Nominees, su Time, 19 gennaio 2018. URL consultato il 19 gennaio 2018.
  2. ^ (EN) Kirsten Chuba, GLAAD Media Awards Nominees: Full List, in Variety, 19 gennaio 2018. URL consultato il 19 gennaio 2018.
  3. ^ (EN) And the #glaadawards nominees are..., in GLAAD Media Awards. URL consultato il 19 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2018).
  4. ^ a b (EN) GLAAD Media Awards: Britney Spears, Jim Parsons, ‘This Is Us’ Among Winners, in Variety, 13 aprile 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.