G77 (politica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gruppo di 77 paesi al 2008 in verde

Il G77 è un'organizzazione intergovernativa delle Nazioni Unite, formata da 131 paesi del mondo, principalmente in via di sviluppo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo dei 77 nacque il 15 giugno del 1964, dai 77 paesi in via di sviluppo firmatari della "Dichiarazione unitaria dei 77 stati", sottoscritta alla prima sessione della Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo e il Commercio (UNCTAD) svoltasi a Ginevra. Il primo incontro si tenne ad Algeri dal 10 al 25 ottobre 1967 e gli stati membri approvarono l'adozione della "Carta di Algeri", una struttura istituzionale permanente che si sviluppò gradualmente, con l'obiettivo di creare le Sezioni del Gruppo dei 77, tramite gli uffici di collaborazione presenti a Ginevra (UNCTAD), Nairobi (UNEP), Parigi (UNESCO), Roma (FAO), Vienna (UNIDO), Washington D.C. (Gruppo dei 24). Attualmente gli Stati membri sono 130.

Stati membri[modifica | modifica wikitesto]

Gli attuali stati membri sono: Afghanistan, Algeria, Angola, Antigua e Barbuda, Arabia Saudita, Argentina, Bahamas, Bahrein, Bangladesh, Barbados, Belize, Benin, Bhutan, Birmania, Bolivia, Bosnia ed Erzegovina, Botswana, Brasile, Brunei, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Camerun, Capo Verde, Ciad, Cile, Cina, Colombia, Comore, Costa d'Avorio, Costa Rica, Cuba, Corea del Nord, Dominica, Ecuador, Egitto, El Salvador, Emirati Arabi Uniti, Eritrea, Etiopia, Figi, Filippine, Gabon, Gambia, Ghana, Giamaica, Gibuti, Giordania, Grenada, Guatemala, Guinea, Guinea-Bissau, Guinea Equatoriale, Guyana, Haiti, Honduras, India, Indonesia, Iran, Iraq, Isole Marshall, Isole Salomone, Kenya, Kuwait, Laos, Lesotho, Libano, Liberia, Libia, Madagascar, Malawi, Maldive, Malesia, Mali, Marocco, Mauritania, Mauritius, Micronesia, Mongolia, Mozambico, Namibia, Nepal, Nicaragua, Niger, Nigeria, Oman, Pakistan, Palestina, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Qatar, Repubblica Centrafricana, Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica Dominicana, Ruanda, Saint Kitts e Nevis, Saint Vincent e Grenadine, Samoa, Santa Lucia, São Tomé e Príncipe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Singapore, Siria, Somalia, Sri Lanka, Sudafrica, Sudan, Suriname, Swaziland, Tanzania, Thailandia, Timor Est, Togo, Tonga, Trinidad e Tobago, Tunisia, Turkmenistan, Uganda, Uruguay, Vanuatu, Venezuela, Vietnam, Yemen, Zambia, Zimbabwe.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN156944092 · ISNI: (EN0000 0001 2192 7874 · BNF: (FRcb12335207r (data)
Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia