G20 (paesi in via di sviluppo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
In verde sono indicati i Paesi che partecipano regolarmente al gruppo, in arancione quelli che partecipano saltuariamente.

Il G20 (Gruppo dei 20, ma denominato anche G21, G22 o G20+, poiché alcuni membri partecipano saltuariamente) è un blocco di nazioni in via di sviluppo costituitosi il 20 agosto 2003. Il gruppo agì per la prima volta alla V conferenza ministeriale del WTO, tenutosi a Cancun, in Messico, tra il 10 e il 14 settembre 2003. Il G20 raccoglie circa il 60% della popolazione mondiale, il 70% della popolazione agricola e produce il 26% delle esportazioni di prodotti agricoli. Attualmente i suoi membri sono 23:

  1. Argentina Argentina
  2. Bolivia Bolivia
  3. Brasile Brasile
  4. Cile Cile
  5. Cina Cina
  6. Cuba Cuba
  7. Ecuador Ecuador
  8. Egitto Egitto
  9. Filippine Filippine
  10. Guatemala Guatemala
  11. India India
  12. Indonesia Indonesia
  13. Messico Messico
  14. Nigeria Nigeria
  15. Pakistan Pakistan
  16. Paraguay Paraguay
  17. Perù Perù
  18. Sudafrica Sudafrica
  19. Tanzania Tanzania
  20. Thailandia Thailandia
  21. Uruguay Uruguay
  22. Venezuela Venezuela
  23. Zimbabwe Zimbabwe

I Paesi leader del G20, conosciuti come G4, sono il Brasile, la Cina, l'India e il Sudafrica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo nasce nel giugno 2003, quando i Ministri degli Esteri di Brasile, India e Sudafrica firmano la cosiddetta Dichiarazione di Brasilia[1][2], nella quale si legge che, secondo tali Paesi, i loro "maggiori partner commerciali sono ancora mossi da preoccupazioni protezioniste" nei riguardi dei settori meno competitivi dei loro Paesi e che è importante che "i risultati dell'attuale round di negoziati sul commercio portino ad un'inversione delle politiche protezioniste e delle pratiche che distorcono il commercio”.

Ad ogni modo, il G20 fece la propria comparsa ufficiale in risposta ad un documento reso noto il 13 agosto 2003 dalla Comunità europea e dagli Stati Uniti con una proposta comune sull'agricoltura presentata alla Conferenza ministeriale del WTO di Cancun. Tale proposta è contenuta in un documento, che sancisce l'istituzione del gruppo, firmato il 20 agosto 2003.

Fin dalla sua creazione, ci sono stati alcuni membri che partecipavano ai lavori occasionalmente. Tra questi Colombia, Costa Rica, Ecuador, El Salvador, Perù e Turchia. Ad ottobre 2008, il gruppo comprendeva 23 nazioni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brasilia Declaration June 6, 2003 by Ministers of Brazil, South Africa and India (also [1])
  2. ^ IBSA - trilateral, developmental initiative between India, Brazil and South Africa

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Gruppi non più esistenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]