Günter Netzer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Günter Netzer
Günter Netzer.jpg
Nazionalità Germania Germania
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1977
Carriera
Giovanili
1952-1963 1. FC Mönchengladbach
Squadre di club1
1963-1973 Borussia M'gladbach 297 (108)
1973-1976 Real Madrid 85 (9)
1976-1977 Grasshoppers 26 (3)
Nazionale
1965-1975 Germania Ovest Germania Ovest 37 (6)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Germania Ovest 1974
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Belgio 1972
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Günter Theodor Netzer (Mönchengladbach, 14 settembre 1944) è un ex calciatore, dirigente sportivo e commentatore televisivo tedesco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Netzer crebbe nel 1. FC Mönchengladbach, squadra della sua città natale, dove rimase dagli 8 fino ai 19 anni. Nel 1963 venne acquistato dal Borussia Mönchengladbach. Debuttò in Bundesliga nella stagione 1965-66, nello stesso anno fu convocato in Nazionale per la prima volta.

Netzer continuò a giocare nei fohlen di Mönchengladbach fino al 1973. In 230 partite segnò 82 reti. Con il Borussia vinse il campionato tedesco-occidentale nel 1970 e nel 1971, oltre alla Coppa di Germania nel 1973. Venne inoltre nominato calciatore dell'anno della Germania Ovest negli anni 1972 e 1973[1].

Sempre nel 1973 fu acquistato dal Real Madrid, desideroso di rispondere all'acquisto di Cruijff da parte dei rivali di sempre del Barcellona. Fu il primo calciatore tedesco a vestire la camiseta blanca[2] che indossò fino al 1976, vincendo il campionato spagnolo nel 1975 e nel 1976, oltre alla Coppa del Re nel 1974 e nel 1975. Nel 1976 fu acquistato dagli svizzeri del Grasshopper dove scelse di concludere la sua carriera nel 1977.

In nazionale, fu tra i protagonisti della vittoria all'europeo del 1972, manifestazione in cui giocò da titolare la maggior parte delle partite segnando un gol nella fase di qualificazione ed un altro su rigore nella partita di andata dei quarti di finale, giocata a Londra contro la rappresentativa inglese[3]. Netzer scese in campo da titolare anche nella semifinale contro i padroni di casa del Belgio e nella finale contro l'Unione Sovietica, battuta 3-0[4], contribuendo in maniera decisiva alla conquista del titolo. A coronamento delle sue ottime prestazioni nel torneo, Netzer raggiunse il secondo posto nella classifica del Pallone d'Oro del 1972, dietro al suo compagno di squadra e capitano in nazionale Beckenbauer[5].

Celebre il suo dualismo con Wolfgang Overath[6], talentuoso rifinitore del Colonia al quale un infortunio aveva impedito di partecipare alla fase finale dell'Europeo. La rivalità sportiva fra i due centrocampisti si ripropose però in occasione dei Mondiali del 1974 , durante i quali Netzer perse il posto da titolare in favore di Overath[3], pur risultando vincitore del torneo in quanto convocato dal c.t. Schön. Chiuse la carriera nella rappresentativa tedesca nel 1975, con un totale di 37 presenze e 6 reti[7].

Dopo il ritiro dal calcio giocato tornò in patria, divenendo dirigente sportivo dell'Amburgo. Sotto la sua gestione il club visse uno dei migliori momenti della sua storia, arrivando a conquistare nel 1983 la Coppa dei Campioni ai danni della Juventus[8].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
9-10-1965 Stoccarda Germania Ovest Germania Ovest 4 – 1 Austria Austria Amichevole -
14-11-1965 Nicosia Cipro Cipro 0 – 6 Germania Ovest Germania Ovest Qual. Mondiali 1966 -
23-2-1966 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
12-10-1966 Ankara Turchia Turchia 0 – 2 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
22-3-1967 Hannover Germania Ovest Germania Ovest 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole -
17-12-1967 Tirana Albania Albania 0 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Qual. Euro 1972 -
6-3-1968 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 3 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
17-4-1968 Basilea Svizzera Svizzera 0 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
8-5-1968 Cardiff Galles Galles 1 – 1 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole - Ingresso al 50’ 50’
25-9-1968 Marsiglia Francia Francia 1 – 1 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
13-10-1968 Vienna Austria Austria 0 – 2 Germania Ovest Germania Ovest Qual. Mondiali 1970 -
14-12-1968 Rio de Janeiro Brasile Brasile 2 – 2 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
18-12-1968 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 1 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
11-2-1970 Siviglia Spagna Spagna 2 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
18-11-1970 Zagabria Jugoslavia Jugoslavia 2 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
22-11-1970 Atene Grecia Grecia 1 – 3 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole 1 Uscita al 72’ 72’
17-2-1971 Tirana Albania Albania 0 – 1 Germania Ovest Germania Ovest Qual. Euro 1972 -
24-5-1971 Istanbul Turchia Turchia 0 – 3 Germania Ovest Germania Ovest Qual. Euro 1972 -
12-6-1971 Karlsruhe Germania Ovest Germania Ovest 2 – 0 Albania Albania Qual. Euro 1972 1
22-6-1971 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 7 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole 1
27-6-1971 Göteborg Svezia Svezia 1 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
30-6-1971 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 3 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole - Uscita al 53’ 53’
8-9-1971 Hannover Germania Ovest Germania Ovest 5 – 0 Messico Messico Amichevole 1
10-10-1971 Varsavia Polonia Polonia 1 – 3 Germania Ovest Germania Ovest Qual. Euro 1972 -
29-3-1972 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 2 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
29-4-1972 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 3 Germania Ovest Germania Ovest Euro 1972 - Quarti andata 1
13-5-1972 Amburgo Germania Ovest Germania Ovest 0 – 0 Inghilterra Inghilterra Euro 1972 - Quarti ritorno -
26-5-1972 Monaco di Baviera Germania Ovest Germania Ovest 3 – 0 URSS URSS Amichevole -
14-6-1972 Anversa Belgio Belgio 1 – 2 Germania Ovest Germania Ovest Euro 1972 - Semifinale -
18-6-1972 Bruxelles URSS URSS 0 – 3 Germania Ovest Germania Ovest Euro 1972 - Finale - 1º titolo europeo
15-11-1972 Düsseldorf Germania Ovest Germania Ovest 5 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole 1
14-11-1973 Glasgow Scozia Scozia 1 – 1 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
26-2-1974 Roma Italia Italia 0 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
1-5-1974 Amburgo Germania Ovest Germania Ovest 2 – 0 Svezia Svezia Amichevole -
22-6-1974 Amburgo Germania Est Germania Est 1 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Mondiali 1974 - 1º turno - Ingresso al 69’ 69’
27-4-1975 Sofia Bulgaria Bulgaria 1 – 1 Germania Ovest Germania Ovest Qual. Euro 1976 -
11-10-1975 Düsseldorf Germania Ovest Germania Ovest 1 – 1 Grecia Grecia Qual. Euro 1976 -
Totale Presenze 37 Reti 6

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Borussia Mönchengladbach: 1969-1970, 1970-1971
Borussia Mönchengladbach: 1972-1973
Real Madrid: 1973-1974, 1974-1975
Real Madrid: 1974-1975, 1975-1976

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Belgio 1972
Germania Ovest 1974

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1972, 1973
1972

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al Merito della Renania Settentrionale-Vestfalia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito della Renania Settentrionale-Vestfalia
— 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Albo d'oro dei calciatori tedeschi occidentali dell'anno, rsssf.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  2. ^ A.Carotenuto, Guenter Netzer: "Il vostro segreto si scoprirà ma Conte mi fa impazzire", in Repubblica.it, 29 giugno 2016. URL consultato il 2 agosto 2017.
  3. ^ a b Vincenzo Barreca, La storia degli Europei - Germania Ovest 1972, in Calcio 2000, nº 23, ottobre 1999, p. 124.
  4. ^ Tabellino della finale tratto dal sito ufficiale della Uefa, it.uefa.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  5. ^ (FR) Palmarès del Pallone d'Oro - 1972, francefootball.fr. URL consultato il 3 agosto 2017.
  6. ^ Carlo F. Chiesa, We are the champions - I 150 fuoriclasse che hanno fatto la storia del calcio, in Calcio 2000, supplemento al n.22, Milano, Action Group S.r.l., agosto 1999, p. 126.
  7. ^ (EN) Günter Netzer - International Appearances, rsssf.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  8. ^ P.Archetti, Netzer, il padrone del calcio, in Gazzetta.it, 3 dicembre 2002. URL consultato il 2 agosto 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN47557312 · GND: (DE118738569