Future animals

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Future animals
Future animals (Film 1977).jpg
Una scena del film
Titolo originaleDay of the Animals
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1977
Durata97 min
Rapporto2.35:1
Generedrammatico, orrore
RegiaWilliam Girdler]
SoggettoEdward L. Montoro
SceneggiaturaWilliam Norton
Eleanor Elias Norton
ProduttoreEdward L. Montoro
David Sheldon
FotografiaRobert Sorrentino
MontaggioBub Asman
James Mitchell
Effetti specialiSam Burney
MusicheLalo Schifrin
CostumiNancy Sales
Michael R. Faeth
Interpreti e personaggi

Future animals (Day of the Animals) è un film del 1977, diretto da William Girdler e interpretato da Christopher George, Leslie Nielsen e Lynda Day George.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti seconda metà degli anni settanta. Il progressivo esaurimento dello strato di ozono fa sì che gli animali, che vivono al di sopra dei 1500 metri di altitudine, diventino estremamente violenti e, al tempo stesso, aggressivi nei confronti degli esseri umani. Un gruppo di turisti, usciti in escursione nella montagna della Sierra Nevada, si ritrova a dover combattere contro svariati tipi di animali feroci.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola venne girata in California, a Long Barn e Murphys.

Il film venne erroneamente considerato come il sequel di Grizzly, l'orso che uccide, a causa delle similitudini nella trama, la presenza dello stesso regista, la produzione e due interpreti, Richard Jaeckel e Christopher George; quel film ebbe realmente un seguito, Grizzly II: The Concert, mai distribuito ufficialmente ma proiettato in alcuni teatri nel 1983 e reperibile oggi sul circuito dei collezionisti.

L'attrice Susan Backlinie interpretala prima vittima della vicenda della pellicola; interpretò anche la giovane nuotatrice prima vittima nel film Lo squalo (1975).

Andrew Prine venne scelto per la parte di Frank Young, ruolo che andò poi a Jon Cedar; quest'ultimo venne considerato originariamente per la parte dello sceriffo.

In Italia venne distribuito nel giugno 1978.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Slogan[modifica | modifica wikitesto]

Lo slogan utilizzato per la promozione del film all'epoca della sua programmazione nelle sale cinematografiche statunitensi[2] è stato: For centuries they were hunted for bounty, fun and food... now it's their turn!

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane nell'autunno del 1978.[3]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Alcune date di uscita internazionali nel corso degli anni sono state:

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 è stata distribuita una versione rimasterizzata della pelliccola, per il mercato di lingua inglese, su supporto blu-ray con il codice EAN 0851740003390.[7]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La critica esprime un giudizio positivo su come la pellicola sia stata confezionata, gradendo soprattutto la denuncia dei problemi causati dall'inquinamento. Non vengono però apprezzati gli effetti utilizzati che alla fine prendono il sopravvento su tutto.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) David A. Cook, Lost Illusions: American Cinema in the Shadow of Watergate and Vietnam, 1970-1979, University of California Press, 2002, p. 256, ISBN 9780520232655.
  2. ^ (EN) Day of The Animals From The Grindhouse Cinema Database, www.grindhousedatabase.com. URL consultato il 28 maggio 2017.
  3. ^ Future Animals oggi al cinema, in La Stampa, n. 269, 1978, p. 8.
  4. ^ (EN) Speedtrap 1978, www.allmovie.com. URL consultato il 28 maggio 2017.
  5. ^ (DE) Panik in der Sierra Nova, www.ofdb.de. URL consultato il 28 maggio 2017.
  6. ^ I cinema di Torino - Future animals - Oggi la prima, in Stampa Sera, n. 265, 1978, p. 24.
  7. ^ (EN) Day Of The Animals (Blu Ray) (Remastered Widescreen Edition) [Blu-Ray], eandata.com. URL consultato il 28 maggio 2017.
  8. ^ Le bestie scatenate uccidono - Future animals, in Stampa Sera, n. 266, 1978, p. 21.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema