Fusi orari dell'Europa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I fusi orari in Europa sono determinati in parte dalle singole legislazioni nazionali ed in parte dall'Unione europea.

Norme[modifica | modifica wikitesto]

Come riconosciuto dalle autorità comunitarie, la determinazione del fuso orario di appartenenza di ogni Stato europeo è determinata dai singoli parlamenti nazionali.[1] La situazione del continente, con l'esclusione quindi dei territori d'oltremare, prevede tre fasce temporali:

Diversa è la legislazione sull'ora legale, che è imposta in maniera unica dall'Unione europea dal 1996, durando da fine marzo a fine ottobre.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ UE
  2. ^ UE
Europa Portale Europa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Europa