Furia (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Furia cavallo del west
Titolo originaleFury
PaeseStati Uniti d'America
Anno1955-1960
Formatoserie TV
Genereavventura, western
Stagioni5
Episodi116
Durata30 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
Crediti
IdeatoreSidney Salkow
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
ProduttoreITC
Prima visione
Prima TV originale
Dal15 ottobre 1955
Al19 marzo 1960
Rete televisivaNBC
Prima TV in italiano
Data1º novembre 1966
Rete televisivaTV Svizzera
Rai 1

Furia, o Furia cavallo del West, (Fury) è una serie televisiva statunitense trasmessa per la prima volta dal 1955 al 1960. Il titolo italiano deriva dalle parole della sigla; negli USA la serie è stata ribattezzata "Brave Stallion" nelle riedizioni successive.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Jim Newton, interpretato da Peter Graves, proprietario della fattoria Broken Wheel Ranch dove si svolgono le vicende e padrone di Furia.
  • Joey Clark Newton, interpretato da Robert Diamond figlio adottivo di Jim, amico e fantino di Furia.
  • Pete, interpretato da William Fawcett, un anziano aiutante della fattoria.
  • Packy, interpretato da Roger Mobley, amico di Joey.
  • Pee Wee, interpretato da Jimmy Baird, altro amico di Joey.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie narra la storia di Furia, un cavallo morello protagonista di numerose avventure nel Far West. All'inizio della serie Furia viene catturato assieme ad altri cavalli selvaggi da Jim, che tuttavia non riesce a domarlo. Solo Joey, un ragazzo orfano appena adottato da Jim, lo doma, conquistandosi l'affetto dello stallone; Furia gli permette di cavalcarlo e all'occorrenza lo aiuta e lo difende.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie fu prodotta da Television Programs of America (TPA) dal 1955 al 1958 e da Incorporated Television Company (ITC) dal 1958 al 1960.[1] Fu girata nel Ray Corrigan Ranch nella Simi Valley, in California, e nell'Iverson Ranch, a Los Angeles.[2] Per il ruolo di Furia fu usato un cavallo di nome Highland Dale, addestrato dal suo proprietario Ralph McCutcheon che lo soprannominò “Beaut”, ed altri quattro cavalli nel ruolo di controfigure.[3]

Registi[modifica | modifica wikitesto]

Tra i registi sono accreditati:[4]

Sceneggiatori[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli sceneggiatori sono accreditati:[4]

  • Nat Tanchuck in 9 episodi (1955-1959)
  • Melvin Levy in 7 episodi (1955-1956)
  • Fran Greenlin in 5 episodi (1958-1960)

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie fu trasmessa dalla NBC durante la prima visione, ed in seguito ritrasmessa negli Stati Uniti fino al 1966, e venne distribuita negli anni '60 e '70 dalla ITC Entertainment, che inoltre produceva la serie. La prima trasmissione in lingua italiana è della TV Svizzera, che mandò in onda la serie a partire dal 1º novembre 1966 con l'episodio La cattura di Furia[5]. Nel 1967, la serie approdò sul canale Nazionale della Rai (l'odierna Rai 1) che mantenne il titolo datole dalla Tv Svizzera, Furia. A metà anni '70, la Rai replicò la serie con il nuovo titolo di Furia cavallo del west, e dal 1977 venne trasmesso su Rete 4. Il telefilm fu reso famoso in quegli anni anche grazie alla sigla italiana scritta da Luigi Albertelli con Guido e Maurizio De Angelis e cantata da Mal.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 26 1955-1956
Seconda stagione 20 1956-1957
Terza stagione 26 1957-1958
Quarta stagione 23 1958-1959
Quinta stagione 21 1959-1960

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Esistono due sigle italiane del programma, per la prima e la seconda serie, incise entrambe da Mal:

La serie fu replicata nei primi anni '80 sulle reti Mediaset (allora Fininvest), con una sigla differente intitolata "Furia nero black" e interpretata da Jack Basehart.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Furia - IMDb - Crediti per le compagnie di produzione e distribuzione, su imdb.it. URL consultato il 22 maggio 2013.
  2. ^ Furia - IMDb - Luoghi delle riprese, su imdb.it. URL consultato il 22 maggio 2013.
  3. ^ Furia (1955) - Mymovies - Scheda del telefilm, su mymovies.it. URL consultato il 25 dicembre 2013.
  4. ^ a b Furia - IMDb - Cast e crediti completi [collegamento interrotto], su imdb.it. URL consultato il 22 maggio 2013.
  5. ^ Fonte: Radiocorriere TV, n. 44 (30 ottobre-5 novembre 1966), pag. 56 - Programmazione della TV Svizzera.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione