Funicolare della Mendola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Impianto a fune
Funicolare della Mendola
Una delle due vetture in uso dal 2009 in arrivo alla stazione superiore.
Una delle due vetture in uso dal 2009 in arrivo alla stazione superiore.
Inaugurazione 1903
Stato attuale In uso
Stazione a valle loc. Sant'Antonio
Stazione a monte Passo della Mendola
Percorrenza 12 minuti
Lunghezza 2.374 m
Dislivello 854 m
Pendenza max 65%
Trasporto a fune

La funicolare della Mendola (in tedesco Mendelbahn) è una delle maggiori funicolari europee.

Collega Caldaro, ed in particolare la sua frazione di Sant’Antonio (St. Anton in Kaltern), a quota 509 m s.l.m., con il passo della Mendola. Il dislivello di 854 metri viene superato in 12 minuti con una pendenza media del 65%. Nel suo percorso di 2374 metri si arrampica su una parete di roccia immersa nel bosco, attraversa gallerie e ponti e raggiunge la stazione a monte (posta a 1363 m) dove si apre un panorama sull’Oltradige e la Bassa Atesina.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'infrastruttura fu ideato da Emil Strub, nell'ambito del progetto di una linea ferroviaria tra la stazione di cura di Gries (Bolzano) e la Mendola, nel quale la funicolare doveva essere l'estremo prolungamento della Ferrovia Elettrica Bolzano-Caldaro, che terminava proprio alla stazione di valle. Il 19 ottobre del 1903, dopo 14 mesi di complessi lavori (date le asperità del terreno e l'elevata pendenza), l'impianto entrò in servizio, risultando una delle funicolari più lunghe e più ripide d’Europa.

Nel 2003 fu celebrato il centenario della linea.

Nel 2004 la funicolare restò ferma per vari mesi a seguito dell'incidente in cui perse la vita un manovratore a fine servizio, schiacciato dalla chiusura delle portiere.

In data 8 maggio 2009 l'impianto ha effettuato il primo giro inaugurale dopo un periodo di restauro durato vari mesi. Sono stati stati rinnovati l'azionamento, le cabine ed è stata effettuata una revisione generale dell'impianto, ad opera di Doppelmayr e Leitner. Le nuove cabine sono lunghe 12,5 m e trasportano 80 persone ciascuna. Sono dotate di aria condizionata ed hanno una ampia superficie vetrata (tetto incluso). Le corse hanno una durata di 12 minuti, e sono state rese più frequenti (ogni 20 minuti). È prevista in un prossimo futuro l'aggiunta di una fermata intermedia che sarà collegata ad un sentiero per gli escursionisti. L'intervento di rinnovo costò 2,6 milioni di euro.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Alexander von Egen, Die Mendelbahn in Kaltern, Bolzano, Athesia, 1988. ISBN 88-7014-492-5
  • Martin Sölva, Gotthard Andergassen, La Mendola: fascino e storia di un passo, Bolzano, Athesia, 2003. ISBN 88-8266-277-2 (con un capitolo sulla funicolare)

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]