Fumettibrutti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Josephine Yole Signorelli sul palco del Napoli Comicon 2019
Premio Premio Micheluzzi alla miglior opera prima 2019[4]
Premio Gran Guinigi al miglior esordiente 2019[5]

Fumettibrutti[1], pseudonimo di Josephine Yole Signorelli (Catania, 10 dicembre 1991[2]), è una fumettista e attivista italiana[3].

Divenuta in breve tempo una celebrità della rete a seguito dell'apertura del suo progetto artistico sui social, viene contattata dalla Feltrinelli di Milano per esordire con una pubblicazione autoriale nella nuova collana editoriale "Feltrinelli Comics", inaugurata nel 2018[1], vincendo il Premio Micheluzzi alla Miglior opera prima al Napoli Comicon[4], il Premio Cecchetto al miglior talento emergente al Treviso Comic Book Festival[6], e il Gran Guinigi come miglior esordiente a Lucca Comics & Games[5].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Josephine Yole è una ragazza trans[7]. Diplomatasi in grafica all'Istituto Statale d'Arte di Catania (2010)[2], prosegue gli studi nel corso di pittura dell'Accademia delle Belle Arti, sempre nella sua città natale, conseguendo il titolo nel 2013[2]. Si è trasferita poi a Bologna per frequentare il corso di specializzazione in "Linguaggi del Fumetto" all'Accademia felsinea[2], completandolo nel 2019[8].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Antologie
  • Fumettibrutti, Lola Space, Bang and Kiss, in Marco Galli (a cura di), Materia Degenere, Torino, Diabolo Edizioni, 2018, ISBN 9788894203769.
  • Fumettibrutti, Ave, in Elisabetta Sedda (a cura di), Post Pink. Antologia di fumetto femminista, Milano, Feltrinelli Comics, 2019, ISBN 9788807550218.
  • Fumettibrutti (a cura di), Sporchi e Subito, Milano, Feltrinelli Comics, 2020, ISBN 9788807550508.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Josephine Yole Signorelli “Fumettibrutti”, su comics.feltrinellieditore.it. URL consultato il 2 novembre 2020.
  2. ^ a b c d Michele Garofoli, Josephine Yole Signorelli immagina “Lo Spazio Bianco”, su lospaziobianco.it. URL consultato il 2 novembre 2020.
  3. ^ Filmato audio Nuove strade, tutta l’Italia in un caffè | Catania, 13 ottobre 2020. URL consultato il 2 novembre 2020.
  4. ^ a b I vincitori dei Premi di Comicon 2019, su Fumettologica.it, 27 aprile 2019. URL consultato il 2 novembre 2020.
  5. ^ a b I Gran Guinigi, su luccacomicsandgames.com, Lucca Comics & Games, 25 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2019).
  6. ^ Premio Cecchetto TCBF 2019 a Giulia Spagnulo e Josephine Yole Signorelli, su marcadoc.com. URL consultato il 2 novembre 2020.
  7. ^ Filmato audio Giulia Santerini e Valerio Lo Muzio, Fumettibrutti: "Essere trans non è un capriccio. La legge Zan è già vecchia, approviamola subito", musiche di Gianluca Sgalambro, La Repubblica, 24 giugno 2021. URL consultato il 17 agosto 2021.
  8. ^ Gabriele Di Donfrancesco, Fumettibrutti si racconta: “Dopo ‘P. La mia adolescenza trans’ ecco il mio prossimo graphic novel”, su it.mashable.com, Mashable. URL consultato il 2 novembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN25158307089306402736 · ISNI (EN0000 0005 0126 2309 · LCCN (ENno2020026990 · WorldCat Identities (ENlccn-no2020026990