Fulvio Scaparro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fulvio Scaparro (Tripoli, 1 agosto 1937) è uno psicologo e psicoterapeuta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha insegnato psicopedagogia e psicologia all'Università degli studi di Milano e nelle Scuole di Specializzazione in Psicologia Clinica e dei Cicli di Vita, Psicologia dell'età evolutiva, Neuropsichiatria Infantile e Criminologia Clinica. È inoltre scrittore e pubblicista. Vive e lavora a Milano.

È stato giudice onorario fino al 1992 del Tribunale per i Minorenni e componente privato della Corte d'Appello del Tribunale di Milano, Sezione Minori e Famiglia, è membro fondatore dell'Associazione Italiana di Psicologia Giuridica, nata nel 1976. Come psicoterapeuta e formatore, si occupa di infanzia, adolescenza, anziani, di ADR (Alternative Dispute Resolution, soluzioni alternative alle dispute) e della pacificazione delle relazioni familiari

Impegnato da anni nella difesa dei diritti dei bambini, è stato tra i promotori e formatori delle prime iniziative italiane per la prevenzione dell'abuso all'infanzia, ha fondato a Milano, nel 1987, l'Associazione GeA-Genitori Ancora a sostegno dei figli e dei genitori nelle vicende separative, per diffondere una corretta informazione sui temi della separazione e del divorzio e formare personale specializzato nella mediazione familiare nei casi di gravi conflitti tra genitori. Nel 2014 all'Associazione è stato attribuito dal Comune di Milano l’attestato di benemerenza civica.

L'Associazione, di cui è attualmente Direttore Scientifico, ha realizzato sul finire degli anni Ottanta in collaborazione con il Comune di Milano il primo servizio pubblico italiano per la prevenzione dell'abuso all'infanzia conseguente a una separazione molto conflittuale tra genitori (questo servizio comunale è oggi del tutto autonomo dall'Associazione GeA).

Nel 2017, con altri colleghi, ha dato vita a MEDEFitalia associazione di mediatori familiari professionisti tesa a mantenere alto il prestigio della categoria e la tutela degli utenti attraverso alti standard di formazione e aggiornamento e la stretta osservanza del codice etico.

Il 27 maggio 2011 l'Unicef Italia ha premiato l'Associazione GeA “per il suo impegno ultra ventennale a favore della mediazione familiare in caso di separazione e conflitti. Per il suo contributo alla protezione dell'infanzia dalle guerre familiari, nella convinzione che è possibile tutelare bambini e adolescenti aiutando i genitori a recuperare e valorizzare, dopo le separazioni, il loro compito genitoriale comune. Per il ruolo di guida all'interno della comunità in cui opera nel costruire un mondo in cui i diritti di ogni bambina e di ogni bambino siano pienamente realizzati, concretizzando nel senso più alto valori e missione dell'Unicef.”

Nel 2013 la Provincia di Milano ha deliberato l'assegnazione di 20.000 m² di bosco e prato nell'area dell'Idroscalo per la realizzazione di “Aulì Ulè, il giardino dei giochi dimenticati”, un progetto ideato da Fulvio Scaparro per un parco esclusivamente dedicato ai bambini e alle bambine fino a 10 anni di età e ai loro accompagnatori. Questo progetto di Scaparro, realizzato in collaborazione con gli Amici dell'Accademia di Brera, è stato inaugurato nell'Idroscalo di Milano nel maggio 2015.

È membro dell'Ordine degli Psicologi (albo degli psicoterapeuti), della Società Italiana di Neuropsichiatria Infantile, dell'Ordine dei giornalisti (come pubblicista). È stato presidente dal 1998 al 2004 del Comitato Etico dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Partecipa attivamente ad iniziative rivolte alla scuola e alla sensibilizzazione di bambini e giovani all'attività sportiva e alla tutela del patrimonio artistico e naturalistico del nostro Paese.

È collaboratore di varie testate giornalistiche. Per il Corriere della Sera ha tra l’altro curato fino al 2016 il forum online ‘Genitori e Figli', Educazione reciproca di genitori e figli.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le sue pubblicazioni:

  • La maschera del cattivo. Delinquenza minorile e responsabilità adulta (con G. Roi), Milano, Unicopli (I ed. 1981)
  • I riti di rinascita, Milano, Unicopli, 1981
  • La difficile convivenza. Cultura psicologica e cultura giuridica in tema di tutela dell'infanzia e della famiglia in crisi, Milano, Unicopli, 1982
  • Volere la luna. La crescita attraverso l'avventura, Milano, Unicopli (I ed. 1984, II ed. 1987)
  • L'attimino sfuggente. Obiezione di coscienza contro il linguaggio in uniforme, Milano, Cuem, I ed. 1992., II ed. riveduta e ampliata aprile 1993
  • Belletà. Adolescenza temuta, adolescenza sognata (con G. Pietropolli Charmet, G.), Torino, Bollati Boringhieri, 1993
  • Pasaràn? Cronache di arroganza spicciola, Milano, Baldini & Castoldi, 1993
  • Talis pater. Padri, figli e altro ancora, Milano, Rizzoli, BUR, 1998
  • Il coraggio di mediare. Contesti, teorie e pratiche di soluzioni alternative delle controversie , Milano, Guerini Editore e Associati, 2001
  • Vecchi Leoni e la loro irresistibile alleanza con i giovani, Milano, Rizzoli, 2003
  • La voglia di sorridere contro la boria, la presunzione e altre fastidiose complicazioni della vita, Milano, Frassinelli, 2003
  • La bella stagione, dieci lezioni sull'infanzia e sull'adolescenza, Milano, Vita e Pensiero, 2003
  • Marcello Bernardi. La vita segreta del bambino. Gli ultimi appunti di un grande pediatra raccolti da Fulvio Scaparro, Milano, Salani, 2004
  • L'antispocchia. Come ho imparato a difendermi dagli arroganti, Bompiani, Milano, 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie