Full Auto 2: Battlelines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Full Auto 2: Battlelines
Sviluppo Pseudo Interactive
Pubblicazione SEGA
Serie Full Auto
Data di pubblicazione Stati Uniti07 gennaio 2006
Europa 23 marzo 2007
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multiplayer
Piattaforma PlayStation 3, PlayStation Portable
Supporto UMD
Blue-Ray
Fascia di età PEGI:
Periferiche di input Gamepad
Preceduto da Full Auto

Full Auto 2: Battlelines è un videogioco di combattimento tra veicoli sviluppato dal team Pseudo Interactive e rilasciato dalla Sega nel 2007.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella città di Meridiana il controllo è stato assunto da una banda di criminali motorizzati denominata Ascendant, i quali hanno messo fuori combattimento la polizia e spadroneggiano indisturbati nell'intera cittadina. L'unico in grado di fermarli è un esperto pilota che è li combatterà con il supporto dell'I.A. S.A.G.E., la quale, prima di essere danneggiata, gestiva ogni aspetto della sicurezza pubblica della zona urbana.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

Le modalità disponibili nel gioco sono la sfida Arcade (sia in singolo che in split-screen), la modalità on-line e la Carriera. Quest'ultima propone missione di difficoltà cresente in cui, completando obbiettivi principali e secondari, si sbloccheranno nuove armi, auto e livree. Ogni vettura può essere dotata di due differenti tipi di armi, le quali, seutilizzate per un periodo prolungato, si surriscalderanno e si bloccheranno fino al completo raffreddamento. Esistono molti tipi differenti di obbiettivi da portare a termine, dal non morire durante una corsa in circuito al distruggere un certo numero di nemici durante l'arena. I piloti sono dotati durante gli eventi di una barra di turbo la quale svolge anche il compito di segnalare la quantità di tempo che si può riavvolgere in caso di distruzione del proprio mezzo. Essa si ricarica derapando in curva.[1]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La grafica di gioco è stata molto apprezzata per quanto riguarda la sensazione di velocità e la totale distruttibilità degli scenari. Apprezzata è anche la colonna sonora, mentre sono stati criticati i diversi cali di frame-rate e qualche deficienza dell'I.A. durante le battaglie in arena.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mattia "MattB" Bertoldi, Full Auto 2: Battlelines - Recensione in EveryEye.it, 23 aprile 2007. URL consultato il 24 novembre 2013.
  2. ^ Diego Castelli, Recensione di Full Auto 2 - Battlelines in Spaziogames.it, 09 aprile 2013. URL consultato il 24 novembre 2013.