Friedrich Wöhler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Friedrich Wöhler

Friedrich Wöhler (Eschersheim, 31 luglio 1800Gottinga, 23 settembre 1882) è stato un chimico tedesco.

Si laurea in medicina a Heidelberg nel 1823 e grazie all'interessamento del suo maestro, Leopold Gmelin, trascorre un anno a Stoccolma, lavorando con Berzelius; nel 1836 è professore di chimica a lanzieottinga: con lui studia anche Giorgio Spezia.

Conosce e stringe rapporti amichevoli con Liebig. Per primo, nel 1828, realizza la sintesi di un composto organico, l'urea[1], partendo unicamente da reagenti inorganici, secondo la reazione:

Urea Synthesis Woehler.png

Si tratta di un duro colpo per i vitalisti, i quali affermavano che la chimica degli organismi viventi fosse fondamentalmente differente da quella della materia inanimata. Nello stesso anno fu il primo chimico a isolare il berillio.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti
— 1853

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J. Shorter, The conversion of ammonium cyanate into urea—a saga in reaction mechanisms in Chemical Society Reviews, vol. 7, nº 1, Royal Society of Chemistry, 1978, pp. 1-14, DOI:10.1039/CS9780700001. URL consultato il 26 novembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN69032268 · LCCN: (ENn82250280 · ISNI: (EN0000 0001 0858 3472 · GND: (DE118634488 · BNF: (FRcb12486173q (data)