Friedrich Gernsheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Friedrich Gernsheim

Friedrich Gernsheim (Worms, 17 luglio 1839Berlino, 10 settembre 1916) è stato un musicista e direttore d'orchestra tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gernsheim è nato a Worms, città a 58 km da Francoforte sul Meno, sulla sponda occidentale del Reno.

Figlio di uno stimato medico ebreo, riceve i primi rudimenti musicali da sua madre che gli insegna a suonare il pianoforte e all'età di 7 anni inizia a studiare teoria della musica con il direttore Louis Liebe, ex allievo di Louis Spohr. Nel frattempo continua la sua formazione pianista a Magonza con Ernst Pauer.

Dopo il 1848 la famiglia si trasferisce a Francoforte sul Meno: qui il giovane Friedrich prende lezioni di pianoforte da Edward Rosenhain, fratello di Jakob Rosenhain, di violino da E. Eliason e H. Wolff, e studia teoria con J. Hauff.

Nel 1850 fa la sua prima apparizione pubblica come pianista e parte in tournée per due anni. Al suo ritorno si trasferisce con la famiglia a Lipsia dove perfeziona i suoi studi di pianoforte con Ignaz Moscheles. Dal 1855–1860 si stabilisce a Parigi dove frequenta Gioachino Rossini, Édouard Lalo a Camille Saint-Saëns.

I suoi frequenti spostamenti lo portano prima a Saarbrücken dove nel 1861 occupa il posto di vacante di direttore d'orchestra, poi nel 1865 a Colonia dove insegna al Conservatorio (tra i suoi allievi ricordiamo Engelbert Humperdinck e Carl Lachmund). Dopo aver ricoperto l'incarico di direttore musicale della Philharmonic Society di Rotterdam (1874-1890) si trasferisce a Berlino dove insegna prima allo Stern Conservatory poi, dal 1897 all'Academia di Belle Arti. Nello stesso anno viene eletto senatore. Nel 1877 sposa Helene Hernsheim di Karlsruhe.

Muore a Berlino nel 1916.

A causa delle sue origini ebree, tutti i suoi lavori sono stati censurati dal regime nazista e rimossi dalle biblioteche.

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Gernsheim è stato un compositore molto prolifico. Le sue prime composizioni sono chiaramente influenzate dallo stile musicale di Schumann mentre a partire dal 1868 il suo lavoro risente in maniera evidente della forte amicizia che lo lega a Brahms. Ma è nelle sue ultime composizioni, e in particolar modo in Zu einem Drama (1902), che Gernsheim mostra il suo vero talento dando vita ad uno stile del tutto personale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Composizioni per orchestra
    • Sinfonie
      • Sinfonia n.1 in sol minore, op. 32, 1875
      • Sinfonia n.2 in mi maggiore, op. 46, 1882
      • Sinfonia n.3 in do minore (Miriam o Mirjam), op. 54, 1887
      • Sinfonia n.4 in si bemolle maggiore, op. 62, 1895
    • Concerti per piano
      • Concerto in do minore, op. 16
    • Concerti per violino
      • Concerto n.1 in re maggiore, op. 42
      • Concerto n.2 in fa maggiore, op. 86
      • Fantasia per violino e orchestra, op. 33
    • Concerto per violoncello
      • Concerto in mi minore, op. 78
    • Zu einem drama, op. 82
    • Divertimento, op. 53
  • Musica da camera
    • Quartetto per archi
      • Quartetto n.1 in do minore, op. 25
      • Quartetto n.2 in la minore, op. 31, 1875
      • Quartetto n.3 in fa maggiore, op. 51, 1886
      • Quartetto n.4 in mi minore, op. 66
      • Quartetto n.5 in la maggiore, op. 83
    • Quartetti per piano
      • Quartetto n.1 in mi maggiore, op. 6
      • Quartetto nº2 in do minore, op. 20
      • Quartetto n.3 in fa maggiore, op. 47, 1883
    • Quintetti per piano
      • Quintetto n.1 in re minore, op. 35
      • Quintetto n.2 in si minore, op. 63, publ. circa 1897
    • Quintetti per archi
      • Quintetto n.1 in re maggiore, op. 9
      • Quintetto n.2 in mi maggiore, op. 89
    • Sonate per violino e piano
      • Sonata n.1 in do minore, op. 4, publ. circa 1864
      • Sonata n.2 in do maggiore, op. 50, publ. circa 1885
      • Sonata n.3 in fa maggiore, op. 64, publ. circa 1898
      • Sonata n.4 in sol maggiore, op. 85
    • Trio per piano
      • Trio n.1 in fa maggiore, op. 28
      • Trio n.2 in si bemolle maggiore, op. 37
      • Altri due Trii per tastiera inediti
    • Sonate per violoncello e piano
      • Sonata n.1 in re minore, op. 12
      • Sonata n.2 in mi minore, op. 79
      • Sonata n.3 in mi minore, op. 87
    • Sonate per piano
      • Sonate in fa minore, op. 1
    • Organo
      • Fantasia e fuga, op. 76
    • Altro
      • Introduzione e Allegro appassionato, op. 38
  • Opere vocali e orchestrali
    • Salamis, per coro maschile e orchestra, op. 10
    • Nibelungen wiederfahrt, op. 73
    • Nornen wiegenlied, op. 65
    • Agrippina, op. 77

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Jewish Encyclopedia

Musicologie.org

Controllo di autoritàVIAF (EN69130836 · ISNI (EN0000 0000 8149 1091 · LCCN (ENn92095371 · GND (DE116589930 · BNF (FRcb14041724q (data)