Friedrich Accum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Friedrich Accum

Friedrich Accum o Frederick Accum (Bückeburg, 29 marzo 1769Berlino, 28 giugno 1838) è stato un chimico tedesco, che ottenne notevoli successi nel campo dell'illuminazione a gas, nel contrasto alla sofisticazione alimentare e nella divulgazione della chimica..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bückeburg in Vestfalia, divenne apprendista in una locale farmacia. Nel 1793 si trasferì a Londra dove lavorò nel laboratorio farmaceutico di proprità de padre di William Thomas Brande.[1] In quegli anni conobbe William Nicholson, fondatore del Journal of Natural Philosophy, Chemistry and the Arts, che lo utilizzò come traduttore dal tedesco.[1]

Attività educativa e didattica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1800 Accum aprì un proprio laboratorio, nel quale iniziò a offrire anche lezioni creando ua vera e propria scuola.[1] La sua attività di educatore continuò in sguito in varie forme. Dal 1801 al 1803 fu assunto dalla Royal Institution come chemical operator, e collaborò con Thomas Garnett e Humphry Davy. Lasciò la posizione per dedicarsi all'insegnamento privato di chimica e mineralogia. Riprese l'insegnamento pubblico nel 1809, quando accettò una posizione di professore di chimica alla Surrey Institution.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Paolo Cardillo, There is a Death in the Pot. La denuncia di Frederick Christian Accum (PDF), in La Chimica & l'Industria, nº 2, Società Chimica Italiana, marzo 2011, pp. 116-119.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN120709776 · LCCN: (ENn83007794 · SBN: IT\ICCU\SBLV\088208 · ISNI: (EN0000 0001 1033 4408 · GND: (DE116004894 · BNF: (FRcb12732225n (data) · CERL: cnp00588772
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie