FreedomBox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FreedomBox
Logo
Modello del sorgente software libero
Release corrente ()
Piattaforme supportate {{{piattaforme_supportate}}}
Stadio di sviluppo progetto
Sito web freedomboxfoundation.org

FreedomBox è un progetto comunitario per lo sviluppo e la promozione[1] di personal server basati su software libero per social network distribuiti, email e comunicazioni audio/video.[2] Il progetto è stato annunciato da Eben Moglen al meeting di New York dell'ISOC il 2 febbraio 2010.[3]

Il 4 febbraio 2011, Moglen ha fondato la FreedomBox Foundation come quartier generale del progetto,[4] e il 18 febbraio 2011, la fondazione ha fatto partire una campagna per raccogliere $60.000 in 30 giorni grazie al servizio di crowdfunding, Kickstarter.[5] L'obiettivo è stato raggiunto il 22 febbraio,[6] ma la campagna è andata avanti fino al 19 marzo, raccogliendo $86.724 da 1.004 sostenitori.[5]

Definizione e Scopi[modifica | modifica sorgente]

Il progetto attualmente descrive FreedomBox come

« un personal server su cui è installato un sistema operativo libero, ed applicazioni libere progettate per creare e salvaguardare la privacy personale. »

Il progetto intende sviluppare un insieme di software che possano essere eseguiti su plug computer che possano facilmente essere posizionati in abitazioni o uffici. Promuovendo un decentramento delle installazioni hardware, il progetto spera che le FreedomBox "forniscano privacy nella vita quotidiana, e comunicazioni sicure per persone che desiderano mantenere la loro libertà in regimi oppressivi."[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ FreedomBox/Roadmap, Debian Wiki. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  2. ^ What will Freedom Boxes do?, FreedomBox Foundation. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  3. ^ Highlights of Eben Moglen's Freedom in the Cloud Talk, Software Freedom Law Center. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  4. ^ Why Political Liberty Depends on Software Freedom More Than Ever, Software Freedom Law Center. URL consultato il 20 febbraio 2011.
    «Yesterday in the United States, we formed the FreedomBox Foundation, which I plan to use as the [...] organizational headquarters [...]».
  5. ^ a b Push the FreedomBox Foundation from 0 to 60 in 30 days, Kickstarter. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  6. ^ Thank you Kickstarters, The Freedom Foundation. URL consultato il 23 febbraio 2011.
  7. ^ FreedomBox Foundation. URL consultato il 20 febbraio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]