Frederic Raphael

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Statuetta dell'Oscar Oscar alla migliore sceneggiatura originale 1966

Frederic Michael Raphael (Chicago, 14 agosto 1931) è uno scrittore e sceneggiatore statunitense, vincitore del premio Oscar alla migliore sceneggiatura originale nel 1966 per Darling.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Chicago, Illinois, nel 1931, da un famiglia d'origine ebrea, si è trasferito da ragazzo in Inghilterra e ha compiuto i propri studi prima a Charterhouse e poi al St John's College di Cambridge[1].

Ha esordito come scrittore negli anni cinquanta e come sceneggiatore il decennio successivo, scrivendo numerosi romanzi, raccolte di racconti, saggi e sceneggiature per il cinema e per la televisione[2].

Tra i numerosi riconoscimenti ottenuti spiccano l'Oscar alla migliore sceneggiatura originale nel 1966 per Darling e un British Academy Film Awards nel 1965[3].

È principalmente noto per il travagliato lavoro di sceneggiatura di Eyes Wide Shut scritta assieme al regista Stanley Kubrick e raccontata nel libro Eyes Wide Open[4].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sposato con Sylvia Betty Glatt, ha avuto tre figli: Paul Simon, Stephen Matthew Joshua e Sarah Natasha, morta prematuramente nel 2001[5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Obbligato (1956)
  • The Earlsdon Way (1958)
  • The Limits of Love (1960)
  • A Wild Surmise (1961)
  • The Graduate Wife (1962)
  • The Trouble with England (1962)
  • Lindmann (1963)
  • Darling, Milano, Garzanti, 1965 traduzione di Mariapaola Ricci Dettore
  • Orchestra and Beginners (1967)
  • Like Men Betrayed (1970)
  • Who Were You With Last Night? (1971)
  • April, June and November (1972)
  • Richard's Things (1973)
  • California Time (1975)
  • The Glittering Prizes (1976)
  • Heaven and Earth (1985)
  • Dopo la guerra (After the War) (1989), Milano, Sperling & Kupfer, 1989 traduzione di Alda Carrer ISBN 88-200-0892-0.
  • The Hidden Eye (1990)
  • Of Gods and Men (1992)
  • Coast to Coast (1998)
  • Fame and Fortune (2007)
  • Final Demands (2010)
  • Private Views (2015)

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Oxbridge Blues (1979)
  • Sleeps Six and other stories (1979)
  • Think of England (1986)
  • The Latin Lover and other stories (1994)

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Somerset Maugham and his World (1976)
  • The Poems of Catullus con Kenneth McLeish (1979)
  • The List of Books: A Library of Over 3000 Works con Kenneth McLeish (1981)
  • The Necessity of Anti-Semitism (1998)
  • Popper: Historicism and Its Poverty (1998)
  • Eyes Wide Open (1999), Torino, Einaudi, 1999 traduzione di Norman Gobetti ISBN 88-06-15318-8
  • Personal Terms (2001)
  • The Benefit of Doubt (2003)
  • A Spoilt Boy: A Memoir of a Childhood (2003)
  • Rough Copy: Personal Terms 2 (2004)
  • Cuts and Bruises: Personal Terms 3 (2006)
  • Some Talk of Alexander: A Journey Through Space and Time in the Greek World (2006)
  • Literary Genius: 25 Classic Writers Who Define English & American Literature (2007)
  • Ifs and Buts (2011)
  • How Stanley Kubrick Met His Waterloo (2011)
  • A Jew Among Romans: The Life and Legacy of Flavius Josephus (2013)
  • Distant Intimacy: A Friendship in the Age of the Internet (2013)
  • Going Up, Autobiogaphy(2015)
  • Anti-Semitism (2015)

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Biography, bibliography e awards, su literature.britishcouncil.org. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  2. ^ (EN) A Writer's Journey: Interview with Frederic Raphael, su thejc.com. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  3. ^ (EN) Frederic (Michael) Raphael Biography, su biography.jrank.org. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  4. ^ (EN) Eyes wide open, su theguardian.com. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  5. ^ (EN) Frederic Raphael: 'When Sarah died, I thought that everything had ended', su telegraph.co.uk. URL consultato il 9 gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN24643548 · ISNI (EN0000 0001 0879 5387 · LCCN (ENn80067275 · GND (DE12118241X · BNF (FRcb12175788f (data)