Fratelli tutti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fratelli tutti
Lettera enciclica
Stemma di Francesco
Pontefice Francesco
Data 3 ottobre 2020
Anno di pontificato VIII
Argomenti trattati fraternità ed amicizia sociale
Enciclica papale nº III
Enciclica precedente Laudato si'

Fratelli tutti è la terza enciclica di papa Francesco scritta nel suo ottavo anno di pontificato. Annunciata dalla Sala stampa vaticana il 5 settembre 2020[1], è stata firmata dal Papa il 3 ottobre 2020, in occasione della visita al santuario di Assisi, ed è stata resa pubblica il 4 ottobre, giorno in cui la Chiesa cattolica ricorda san Francesco d'Assisi[2]. Il nucleo tematico è rappresentato dalla fraternità e dalla amicizia sociale, a partire da riflessioni circa la pandemia da COVID-19 del 2020.

Il titolo, Fratelli tutti, riprende un'espressione di Francesco d'Assisi, ed è in italiano anche nelle versioni in altre lingue.[3]

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

L'enciclica è suddivisa in otto capitoli e 287 punti;[4] il documento si conclude con due preghiere: una «al Creatore» e l’altra «cristiana ecumenica» per infondere «uno spirito di fratelli».[4]

Capitolo I - Le ombre di un mondo chiuso

Capitolo II - Un estraneo sulla strada

Capitolo III - Pensare e generare un mondo aperto

Capitolo IV - Un cuore aperto al mondo intero

Capitolo V - La migliore politica

Capitolo VI - Dialogo e amicizia sociale

Capitolo VII - Percorsi di un nuovo incontro

Capitolo VIII - Le religioni al servizio della fraternità nel mondo

Opinioni[modifica | modifica wikitesto]

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Una critica è stata mossa dal Catholic women’s council (CWC); questo soggetto, infatti, rivendica i diritti e la dignità della donna nell’attuale struttura della Chiesa cattolica. Critica mossa a nome di un crescente numero di cattoliche per la preoccupazione della scelta del titolo dell’enciclica.

In particolare esse criticano che «il sostantivo maschile allontanerà molte, in un momento in cui le donne in molte lingue e culture diverse soffrono a sentirsi dire che il maschile è inteso in senso generico». Ciò poiché nelle eventuali traduzioni dell'enciclica, nelle varie lingue, non si riesce a rendere il concetto secondo il quale "fratelli" sottende tutto il genere umano.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dichiarazione del Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, su press.vatican.va. URL consultato il 5 settembre 2020.
  2. ^ Vaticano. Il Papa ad Assisi il 3 ottobre: firmerà la nuova enciclica sulla fratellanza, su www.avvenire.it, 5 settembre 2020. URL consultato il 5 settembre 2020.
  3. ^ Ammonizioni, 6, 1: Fonti francescane 155.
  4. ^ a b Stefania Falasca, «Fratelli tutti»: la chiave di volta della fraternità universale, www.avvenire.it, 4 ottobre 2020. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  5. ^ Catholic Women's Council - Lettera aperta a Papa Francesco sul titolo della prossima enciclica "Fratelli Tutti”, catholicwomenscouncil.org. URL consultato il 4 ottobre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo