Fratelli Dalton (Lucky Luke)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fratelli Dalton
gruppo
I Dalton.png
I Dalton nel film Lucky Luke - La ballata dei Dalton
UniversoLucky Luke
Nome orig.Frères Dalton
Lingua orig.Francese
AutoreMorris
1ª app.1958
1ª app. inLucky Luke contro Joss Jamon
Voci orig.
Specieumani
Sessomaschi
Formazione
  • Joe Dalton
  • William Dalton
  • Jack Dalton
  • Averell Dalton

I fratelli Dalton sono personaggi del fumetto Lucky Luke, scritto e sceneggiato dall'autore belga Morris con la collaborazione successiva dell'autore polacco-francese René Goscinny.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I fratelli Dalton sono ispirati alla figura della Banda Dalton, criminali attivi nell'epoca del Far West fra il 1890 e il 1892. Questi appaiono nel sesto albo a fumetti della serie Lucky Luke, intitolato Hors-la-loi ("Fuorilegge") e risalente al 1954. In esso i quattro fratelli Bob, Grat, Bill ed Emmett (la banda storica contava anche altri membri) seminano il terrore per il West, si scontrano più volte con il protagonista Lucky Luke e vengono infine sconfitti e uccisi in una sparatoria a Coffeyville. Visto che però i personaggi piacevano, l'autore Morris volle farli riapparire. In seguito, quando iniziò a collaborare con Goscinny, contrario all'eliminazione dei banditi, creò altri quattro fratelli Dalton, di nome Joe, William, Jack e Averell, del tutto identici ai primi e loro cugini, che figurano come comparse in Lucky Luke contre Joss Jamon (1958) in un'improbabile giuria, composta da banditi come Jesse James e allestita dal cattivo di turno per giudicare Lucky Luke. Sempre nel 1958 questi nuovi fratelli Dalton appaiono come antagonisti principali in Les Cousins Dalton, con l'obiettivo di vendicare i loro cugini ed eguagliarne la fama criminale. Da lì in poi appariranno in numerosi altri albi, diventando gli avversari più ricorrenti e acerrimi di Lucky Luke, il quale però li sconfigge sempre.

Esattamente come i loro cugini di Hors-la-loi, Joe, William, Jack e Averell Dalton sono fra loro identici: magri, con capelli corti e neri, un mento prominente e un naso a patata, tranne per il fatto che ciascuno di loro è più alto del precedente, come una fila di canne di un organo. La differenza principale con i loro predecessori è che Joe, William, Jack e Averell hanno tratti e modi più comici (soprattutto Averell). Anche altri membri della famiglia Dalton che compaiono occasionalmente (ad es. la loro madre, in Ma Dalton, albo del 1971) hanno i medesimi tratti somatici.

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

Joe Dalton[modifica | modifica wikitesto]

È il più piccolo dei quattro in altezza ed il maggiore di età, ed è, come viene più volte ripetuto, il più astuto e cattivo della banda, e quindi il capo indiscusso, nonché quello dei quattro sulla cui testa pende la taglia più elevata. Joe si presenta come genio criminale e abile pistolero, ma nei fatti è anche lui piuttosto maldestro, come i suoi fratelli. È estremamente collerico e perde continuamente le staffe, soprattutto nei confronti del fratello minore Averell. Nutre un'inguaribile ossessione verso la sua nemesi Lucky Luke (solo sentir pronunciare il suo nome basta a provocargli una crisi di nervi) e vorrebbe a tutti i costi mandarlo nella tomba. In prigione, al polso di Joe viene spesso incatenato Rantanplan, un tonto cane-poliziotto, che dovrebbe sorvegliare i Dalton e invece pensa sempre a mangiare e dormire e scambia gli scatti d'ira di Joe (che detesta anche Rantanplan e vorrebbe torcergli il collo) per manifestazioni di affetto.

William e Jack[modifica | modifica wikitesto]

Sono gemelli, uno poco più alto dell'altro, entrambi più bassi di Averell e più alti di Joe. Nella maggior parte dei fumetti e nelle prime apparizioni su schermo, il più alto è Jack, tranne nella serie I Dalton in cui è il più basso. Se si eccettua l'albo Les Cousins Dalton (in cui William è nuovamente il più alto), in cui i quattro fratelli Dalton si separano e si scontrano singolarmente con Lucky Luke, William e Jack sono caratterialmente uguali e svolgono lo stesso ruolo: frenare le crisi di nervi e l'impulso omicida del fratello Joe e zittire Averell quando dice qualche stupidaggine.

Averell Dalton[modifica | modifica wikitesto]

Il più giovane del gruppo ed il più alto, nonché il più tonto, imbranato ed infantile e con una smodata passione per il cibo (di qualsiasi genere, alla bisogna addenta anche salviette, sapone e le mani degli incauti secondini che gli porgono il rancio). Non a caso, mentre le taglie che hanno sulla testa i suoi fratelli vanno nell'ordine delle migliaia, la sua solitamente si attesta a meno di dieci dollari. È spesso la causa dei fallimenti dei piani dei Dalton, e viene continuamente zittito dagli altri fratelli e malmenato, soprattutto da Joe.

Parenti dei Dalton[modifica | modifica wikitesto]

  • Mamma Dalton o Ma' Dalton: è la madre dei fratelli Dalton. Lei è di età avanzata e molto piccola (come Joe). Abita in una casetta con il gatto Sweetie. Il suo nome da nubile è Younger e ciò fa dei Dalton i cugini di Jesse James. Presta Nolte attenzioni verso Averell e sgrida spesso Joe, ma lo fa per il loro bene e formarli il carattere. In Jolly Jumper non parla più si sposa con Phil deFer.
  • Bill Dalton:e il fratello maggiore di Ma' Dalton e dunque zio materno dei fratelli Dalton, appare per la prima volta nell'episodio speciale Le vacanze dei Dalton come antagonista principale dell'episodio. È stato 15 anni in una grotta per evitare di essere catturato dalla polizia per aver rubato una cassaforte a sua sorella, mamma Dalton; non avendo però la combinazione, non riuscì ad aprirla finendo per impazzire nella grotta a parlare con Domenica, il suo calzino. Alla fine verrà catturato da Peabody. Bill è una caricatura di Bill Dalton uomo realmente esistito e membro fondatore della vera Banda Dalton banda di criminali vissuti all'epoca del Far West e a cui i Fratelli Dalton sono ispirati. Assomiglia caratterialmente a Gollum e Robinson Crusoe.
  • Nonno Osvaldo Dalton: è il nonno materno dei fratelli Dalton che, essendo morto, ha lasciato ai suoi nipoti la propria eredità, consistente in un tavolo. Compare nella puntata Il testamento del nonno. Non appare visibilmente in prima persona, ma viene mostrato in alcune vecchie fotografie insieme ai suoi nipoti, e successivamente come spirito invisibile quando Averell lo evoca toccando il tavolo lasciato in eredità. Si scopre però che Averell è l'unico dei fratelli che viene aiutato a evadere dal nonno perché è stato da bambino l'unico a trattarlo bene, mentre gli altri tre gli facevano sempre i dispetti. In un altro episodio, Il buon vecchio Joe, quest'ultimo utilizza un travestimento che fa ricordare agli altri fratelli il loro defunto nonno.
  • Le cugine Dalton: sono rispettivamente Josline, Jackline, Willialine e Aba e provengono da Boston. Appaiono nell'episodio Le cugine Dalton. Sono alte come i Dalton, ma di altezze opposte (ad esempio Josline è alta come Averell e Aba come Joe). Sono andate al penitenziario per trovare i loro cugini, ma la loro vera intenzione è di usarli per firmare un contratto che gli dia l'eredità del loro zio moribondo.
  • Robbie Dalton: era il padre dei fratelli Dalton, e marito di Mamma Dalton, morto il giorno che cambiò strumento di rapina: la dinamite. Nei fumetti appare una sua foto in cui si rivela essere identico ai figli ma con i baffi più folti.
  • Abigel Dalton: è lo zio paterno dei Dalton che non hanno mai conosciuto. Compare in un flashback nell'episodio La mucca e i prigionieri e oltre a rapinare banche, faceva anche il contadino e aveva una mucca di nome Margherita che, nello stesso episodio, viene ereditata dai Dalton.
  • Pac Dalton: è uno zio dei Dalton. Viene menzionato da Averell nell'episodio I Dalton oltre il muro. Secondo quanto detto da Averell, ricorda molto la mummia che quest'ultimo scopre all'interno di un tempio azteco. Non si sa se fosse il loro zio paterno o materno
  • Brigitta Dalton:e la zia dei Dalton. Viene anch'essa menzionata nell'episodio I Dalton oltre il muro. Non si sa se fosse la loro zia paterna o materna.
  • Henry Dalton: è un altro zio paterno dei Dalton, presumibilmente fratello o fratellastro del padre, dato che nel film Lucky Luke e la Ballata dei Dalton Jack parla di lui esclamando "Come somiglia al caro paparino!": il suo aspetto è identico a quello dei nipoti ma coi capelli e baffi bianchi. Processato e condannato all'impiccagione, egli muore all'inizio di questo film, lasciando in eredità tutta la sua fortuna ai quattro nipoti a patto che loro in cambio uccidano coloro che l'hanno fatto finire in prigione, ovvero il giudice ed i membri della giuria. In caso contrario la somma sarebbe finita in beneficenza. I fratelli Dalton però falliranno, così il denaro finirà per un orfanotrofio.
  • Jason Dalton di Boston: un altro zio paterno dei Dalton e fratellastro del padre. È il padre della cugine Dalton.
  • I cugini Dalton/la Banda Dalton: sono i "veri" Dalton. I loro nomi sono Bob, Grat, Bill ed Emmet (e Robert, escluso nel fumetto di Morris per il fatto che era uno sceriffo) e sono i cugini dei fratelli Dalton, identici a loro nelle fattezze. Veri criminali e pericolosi assassini, muoiono alla fine dell'episodio Fuorilegge, solo Bob viene ucciso da Lucky Luke, cowboy solitario (ed è questo fatto a scatenare in Joe e nei suoi fratelli l'intenzione di seppellirlo a tutti i costi) assieme a Grat spiaccicato dal tettuccio della banca, mentre gli altri due se la cavano con qualche ferita e qualche anno in galera. Come nella vita reale la loro morte avvenne all'apice della loro carriera da fuorilegge, esattamente il 5 ottobre dell'anno 1892. In quel giorno la banda tentò di rapinare due banche della città di Coffeyville, Kansas, ma la popolazione li bloccò in una delle banche e ne scaturì un violento scontro a fuoco. Grat, Bob Dalton ed altri componenti della stessa banda vennero uccisi sul colpo, mentre Emmett Dalton ricevette 23 colpi di arma da fuoco ma sopravvisse miracolosamente, mentre Bill ferito ma vivo evase dalla prigione dove lo rinchiusero col fratello. Uscito di prigione, Emmett si dedicò al cinema. Ritornando alla serie originale, i fratelli Dalton decidono di vendicarsi, ma si rivelano dei veri inetti del crimine e vengono facilmente giocati da Lucky Luke. Dopo vari allenamenti, tornano da esperti, ma di nuovo non la spunteranno. Nel fumetto Lucky Luke e i zietti Dalton si scopre che Emmet, ha avuto una breve relazione con una donna, per poi abbandonarla con la scusa di andare a comprare le cartucce. Dalla relazione nascerà un pargolo, Emmett Dalton Junior, di cui nel fumetto i fratelli Dalton dovranno occuparsi sotto richiesta della madre in quanto lei è occupata in una tournée in Francia.
  • Marcel Dalton: pecora "nera" (o bianca) della famiglia apparso nell'omonimo fumetto. Fratello di Ma' anche lui, è diventato un banchiere svizzero e ha tentato di istruire i nipoti nell'arte del banchiere, purtroppo fallendo.
  • Teste Piatte: indiani bellicosi il cui capo da le sue figlie ai Dalton, affinché non vengano impiccati secondo una vecchia legge. Appaiono nella storia Con la corda al collo.

Live action[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1991-92 e nel 2004 i Dalton sono stati interpretati da vari attori. Nel film Lucky Luke e nella serie Lucky Luke (entrambi di Terence Hill) gli attori che interpretano i Dalton sono:

Ron Carey (nel ruolo di Joe), Dominic Barto (nel ruolo di William), Bo Greigh (nel ruolo di Jack), Fritz Sperberg (nel ruolo di Averell).

Nel 2004 è stato realizzato un film in titolato Les Dalton (il film è inedito in Italia). In questo film i protagonisti protagonisti sono interpretati dal duo comico francese Éric et Ramzy. Gli attori che interpretano i dalton sono:

Éric Judor (nel ruolo di Joe), Romain Berger (nel ruolo di William), Saïd Serrari (nel ruolo di Jack), Ramzy Bédia (nel ruolo di Averell).

Nel film Lucky Luke di James Huth del 2009, i Dalton non compaiono, ma vengono solo menzionati.

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: I Dalton (serie animata).

I quattro fratelli Dalton sono i protagonisti di una divertente serie animata, che si svolge nel 1872, fino al 1877, dove passano le loro giornate in una prigione di massima sicurezza, e vogliono sempre evadere. Durante tutta la serie animata è presente Rantanplan.

Doppiaggio originale francese[modifica | modifica wikitesto]

Dal primo film all' ultimo sono stati cambiati molti doppiatori, ma gli originali sono: Pierre Trabaud, Jacques Balutin, Gérard Hernandez e Pierre Tornade. Dal cast originale, oggi sono rimasti solo in due: Jacques Balutin e Gérard Hernandez mentre Pierre Trabaud (7 agosto 1922) scompare nel 26 febbraio 2005 e Pierre Tornade (21 gennaio 1930) il doppiatore di Obelix scompare nel 7 marzo 2012.

I fratelli Dalton Lucky Luke/I Dalton a Daisy Town

(1971)

La ballata dei Dalton

(1978)

La grande avventura dei Dalton

(1983)

Lucky Luke

(1983-1984)

Lucky Luke

(1991)

Le nuove avventure di Lucky Luke

(2001-2003)

Lucky Luke e la più grande fuga dei Dalton

(2007)

I Dalton

(2009-2015)

Joe Dalton
William Dalton
Jack Dalton
Averell Dalton

Doppiaggio italiano[modifica | modifica wikitesto]

I film e le serie animate sono nell'ordine di uscita in Italia.

I fratelli Dalton Lucky Luke

(1973)

Lucky Luke - La ballata dei Dalton

(1978)

Lucky Luke[2]

(1985)

Lucky Luke[3]

(?)

Le nuove avventure di Lucky Luke

(2003)

I Dalton

(2013-2015)

Lucky Luke e la più grande fuga dei Dalton

(2014)

I Dalton a Daisy Town[4]

(2015)

La ballata dei Dalton[5]

(2015)

La grande avventura dei Dalton

(2015)

Joe Dalton
William Dalton
?
Jack Dalton
Averell Dalton
?

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La voce di Christophe Lemoine è molto simile a quella di Pierre Trabaud
  2. ^ Serie del 1983.
  3. ^ Serie del 1991.
  4. ^ Si tratta del ridoppiaggio di Lucky Luke.
  5. ^ Ridoppiaggio.
  6. ^ a b In questa versione William e Jack hanno i doppiatori e i nomi invertiti, ciò è stato fatto per fare in modo che William sia più alto di Jack come nella serie I Dalton.
Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti