Frasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il calciatore portoghese (1955), vedi António Frasco.
Frasco
comune
Frasco – Stemma
Frasco – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Flag of Canton of Tessin.svg Ticino
Distretto Locarno
Amministrazione
Lingue ufficiali Italiano
Data di istituzione 1843
Territorio
Coordinate 46°20′13″N 8°48′18″E / 46.336944°N 8.805°E46.336944; 8.805 (Frasco)Coordinate: 46°20′13″N 8°48′18″E / 46.336944°N 8.805°E46.336944; 8.805 (Frasco)
Altitudine 885 m s.l.m.
Superficie 25,76 km²
Abitanti 107 (2016)
Densità 4,15 ab./km²
Comuni confinanti Cugnasco-Gerra, Faido, Giornico, Lavertezzo, Personico, Sonogno
Altre informazioni
Cod. postale 6636
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5105
Targa TI
Circolo Verzasca
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Frasco
Frasco
Frasco – Mappa
Sito istituzionale

Frasco (in dialetto ticinese Frasch[senza fonte]) è un comune svizzero di 107 abitanti del Canton Ticino, nel distretto di Locarno. È stato istituito nel 1843 con la divisione del comune soppresso di Frasco-Sonogno nei nuovi comuni di Frasco e Sonogno.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Ponte in pietra sul fiume Verzasca

Frasco è posto sul lato sinistro della valle Verzasca; il territorio patriziale comprende il laghetto alpino Efra e i laghetti alpini Barone e Porchieirsc[senza fonte].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Daniela Pauli Falconi, Frasco, in Dizionario storico della Svizzera, 15 febbraio 2011. URL consultato il 22 settembre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Johann Rudolf Rahn, I monumenti artistici del medio evo nel Cantone Ticino, Tipo-Litografia di Carlo Salvioni, Bellinzona 1894, 98.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 328.
  • Guglielmo Buetti, Note Storiche Religiose delle Chiese e Parrocchie della Pieve di Locarno, (1902), e della Verzasca, Gambarogno, Valle Maggia e Ascona (1906), II edizione, Pedrazzini Edizioni, Locarno 1969.
  • Rinaldo Giambonini, Agostino Robertini, Silvano Toppi, Frasco, in Il Comune, Edizioni Giornale del popolo, Lugano 1971, 141-152.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 170-172.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 232.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN245835897 · GND: (DE4580916-1
Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino