Franz Wickhoff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Franz Wickhoff

Franz Wickhoff (Steyr, 7 maggio 1853Venezia, 6 aprile 1909) fu uno storico dell'arte austriaco e secondo lo Schlosser «il vero fondatore» della Scuola viennese di storia dell'arte.

La sua formazione avvenne come allievo di Theodor von Sickel, Alexander Conze, Rudolf Eitelberger e Moritz Thausing, influenzato anche da Giovanni Morelli, di cui fu amico e seguace.

Lo storico terminò i suoi studi presso l'Istituto di ricerche storiche di Vienna con la tesi Dürers Studium nach der Antike nel 1880, compí il suo apprendistato presso il locale Museo delle arti applicate come conservatore della sezione tessuti, divenendo, dal 1882 libero docente e dal 1884 docente ordinario, all'Istituto per la storia dell'arte di Vienna.

Tra il 1891 e il 1892 scrive Die italienische Handzeichnungen der Albertina.

Del 1895 è Die Wiener Genesis, edito a Vienna e tradotto in italiano con il titolo Arte romana, Padova 1947, in cui traccia un profilo storico critico dell'arte romana, non più considerata come semplice derivato dell'arte ellenistica.

Del 1907 sono i Dürers Studien.

I suoi scritti furono raccolti a cura di Max Dvořák in 3 volumi: Gesammelte Schriften, Berlino 1912-13.

Controllo di autoritàVIAF (EN5145857764823020604 · ISNI (EN0000 0000 6122 6282 · LCCN (ENno2003042694 · GND (DE117337811 · ULAN (EN500328096
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie