Franz Harary

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Franz Harary (Ann Arbor, 18 luglio 1962) è un illusionista e inventore statunitense, apparso in programmi come il primo speciale televisivo di The World's Greatest Magic, trasmesso dalla NBC nel 1994, dove Harary ha fatto scomparire lo Space Shuttle.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Mentre studiava musica alla Eastern Michigan University e aspirava a diventare cantante e ballerino di Broadway, cominciò a progettare illusioni per hobby. Ha cominciato ad esibirsi in pubblico dopo aver convinto leader della band marching dell'università a farlo apparire all'improvviso nella parte centrale del loro spettacolo. Alla fine del 1983 ha inviato una videocassetta a Michael Jackson contenente uno dei suoi show ed entro una settimana è stata invitato ad esibirsi come parte del "Victory Tour" di Jackson nel 1984: Harary fece levitare e sparire Jackson sul palco, per farlo riapparire con i suoi fratelli.

Ha progettato illusioni esclusive per N * SYNC, Cher, Snoop Dog, Tupac Shakur, Tone Lōc, Styx, Dr. Dre, Usher, Boyz II Men, Queen Latifah, MC Hammer, Tina Turner, Reba McEntire e Missy Elliott. Recentemente è comparso come consulente tecnico per le sfide magiche durante le stagioni 3 e 5 della Crew di America's Dance. Questo è stato molto apprezzato e acclamato dalla critica del settore.

Nel 2010 Harary è stato il giudice principale in una serie TV chiamata Magic Star in India, sul canale indiano Star One. Oltre ad agire come giudice e "guru magico", ha progettato oltre 90 nuovi effetti originali, eseguiti da lui stesso.

Il programma è attualmente trasmesso anche nel Regno Unito. Nel 2011 si esibisce anche in India presso il Regno dei Sogni a Gurgaon.

In Italia ha partecipato come giudice a La grande magia - The Illusionist, condotto da Teo Mammucari. Nella puntata del 24 gennaio 2013 ha raccontato che all'età di 16 anni ha inviato a Michael Jackson un video in cui faceva apparire una macchina, Michael lo apprezzò e lo assunse per progettare delle magie per i suoi concerti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie