Franz Bücheler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franz Bücheler

Franz Bücheler (Rheinberg, 3 giugno 1837Bonn, 3 maggio 1908) è stato un filologo tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laureò all'università di Bonn.

Divenuto professore insegnò all'Università di Friburgo (1858), all'Università di Greifswald (1866) e all'Università di Bonn dal 1870. Nel 1878 divenne editore aggiunto al Rheinisches Museum für Philologie. Sia come insegnante che come oratore ebbe grande successo.

Opere (selezione)[modifica | modifica wikitesto]

  • Frontini de aquis urbis Romae (Lipsia, 1858)
  • Pervigilium Veneris (Lipsia, 1859)
  • Petronii satirarum reliquiae (Berlino, 1862; 3rd ed., 1882)
  • Hymnus Cereris Homericus (Lipsia, 1869)
  • Q. Ciceronis reliquiae (1869)
  • Herondae mimiambi (Bonn, 1892).

Scrisse anche Grundriss der lateinischen Deklination (1866), Des Recht von Gortyn (Francoforte sul Meno, 1885, con Ernst Zitelmann) ed eseguì la supervisione dell'edizione del (1893) di Persii, Juvenalis, Sulpiciae saturae di Otto Jahn.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN167424 · ISNI: (EN0000 0001 0861 673X · LCCN: (ENn85297363 · GND: (DE118664468 · BNF: (FRcb13516991q (data)