Frank Abagnale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Frank Abagnale Jr. nel 2008

Frank William Abagnale Jr. (New Rochelle, 27 aprile 1948) è un ex truffatore e falsario statunitense. È stato attivo per cinque anni durante gli anni sessanta; in seguito è divenuto consulente finanziario.

Durante i suoi anni da falsario, incassò 2,5 milioni di dollari[1] in 26 paesi, usando più di otto diversi nomi inventati. Oggigiorno dirige la Abagnale and Associates, una compagnia di assistenza per frode finanziaria. Su di lui è stato girato da Steven Spielberg nel 2002 il film Prova a prendermi (Catch Me if You Can) dove Abagnale è interpretato da Leonardo DiCaprio, oltre ad un musical di Broadway nel 2008.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto nella Westchester County di New Rochelle, New York, frequentò la Iona Preparatory School, una scuola superiore cattolica per soli maschi. È il terzo di quattro figli (due fratelli e una sorella). Sua madre Paula era francese, mentre suo padre Frank William Abagnale Sr. era statunitense di origine italiana.

Uno dei primi segni del suo futuro come truffatore si manifestò quando, dopo aver comprato una macchina, convinse suo padre a prestargli la sua Mobil card. Con questa carta di credito, comprò una grande quantità di parti meccaniche, come gomme, batterie e motori; questi erano acquisti fittizi in quanto i beni non furono mai tolti dalle confezioni ma, grazie a un accordo con il guardiano della stazione di servizio, li avrebbe restituiti in contanti per meno del prezzo a cui li aveva comprati; il rimanente veniva passato al guardiano. Riuscì così a sottrarre dalla carta di credito del padre circa 3 400 dollari, finché l'ufficio locale della Mobil contattò suo padre per richiedere i pagamenti.

Nel 1964, quando aveva sedici anni, i suoi genitori divorziarono.

Vivendo da solo a New York dopo essere scappato, divenne conosciuto come "Big Nale", poi semplicemente come "Big". Decise di sfruttare il suo aspetto maturo e di alterare la sua patente (che negli Stati Uniti è anche il documento d'identità principale) in modo da risultare dieci anni più grande per ottenere un lavoro. Comunque, Frank imparò presto che più istruzione si ha, più si viene pagati. Cercando disperatamente di sopravvivere, cominciò a cercare di fare soldi lavorando come sorta di "truffatore di fiducia". Il primo atto di questa sua attività, fu quello di emettere assegni personali sul suo conto in rosso, cosa che scoprì essere possibile quando fu costretto a chiedere più soldi di quanti ne avesse sul conto. Questo sistema, comunque, funzionava solo per un breve periodo di tempo, fino a quando cioè, la banca non chiedeva di ripianare il debito contratto. Così continuò ad aprire conti in altre banche a cui applicare la stessa frode cambiando, ogni tanto, identità per creare meno sospetti. Col tempo imparò altri metodi di frode, come stamparsi assegni contraffatti per poi depositarli e convincere le banche a prestargli soldi sulla base della sua falsa ricchezza. I soldi, naturalmente, non si materializzavano mai quando le banche si accorgevano che gli assegni non venivano accettati. Uno dei suoi famosi trucchi consisteva nello stampare il suo numero di conto sui moduli vuoti della banca, poi rimettere questi moduli insieme agli altri, in modo che i soldi venissero comunque trasferiti sul suo conto invece che su quello dei legittimi proprietari. Raggiunse 40 000 dollari con questo metodo prima di essere scoperto. Ma, prima che la banca iniziasse a mettersi sulle sue tracce, Frank aveva già preso tutti i soldi e cambiato identità.

Frank fu catturato in Francia nel 1969 quando un sorvegliante della Air France riconobbe la sua faccia da un volantino della polizia. Quando la polizia francese lo catturò, tutti i 26 paesi in cui aveva frodato banche ne chiesero l'estradizione. Prima fu rinchiuso nella prigione di Perpignan per scontare una condanna di un anno ma ne scontò solo sei mesi, anche se quasi morì in prigione. Fu poi spedito in Svezia, dove scontò altri sei mesi. Alla scadenza di tale periodo, per evitargli ulteriori estradizioni, un giudice svedese gli revocò il passaporto e Frank fu portato negli Stati Uniti. Durante la fase di atterraggio, grazie all'esperienza accumulata come falso pilota, Frank scappò dall'aeroplano che lo stava riportando a New York, ma fu catturato mentre aspettava di prendere un treno che lo avrebbe portato all'aeroporto. Lì avrebbe preso un volo con destinazione San Paolo, Brasile, un paese che non aveva accordi di estradizione con gli Stati Uniti. Fu condannato a 12 anni per frode multipla, da scontare in una prigione federale. Nel 1974, dopo essere stato in prigione neanche cinque anni, il governo federale degli Stati Uniti gli abbuonò la condanna, a condizione che aiutasse la polizia nei casi di frode bancaria, senza ricevere pagamento. Dopo aver provato vari lavori, dai quali fu sempre licenziato per via del suo passato criminale, Frank fondò la Abagnale and Associates, una società di consulenza sulle frodi finanziarie che gli ha permesso di arricchirsi e di vivere a Tulsa in Oklahoma, con sua moglie che sposò un anno dopo essere stato liberato; la coppia ha tre bambini. Dal 1977 è apparso regolarmente in programmi televisivi degli Stati Uniti e del Regno Unito.

Le false identità[modifica | modifica wikitesto]

Insegnante: Frank ammise di aver falsificato una laurea della Columbia University e di aver insegnato sociologia alla Brigham Young University per un semestre, lavorando come insegnante di supporto. Per insegnare alla classe, faceva leggere un capitolo del libro agli alunni, poi commentava e interpretava dando sfogo alle sue spiccate doti di improvvisazione.

Pilota: Per due anni, Frank finse di essere un pilota della Pan Am di nome Frank Williams per viaggiare gratis in tutto il mondo tramite il deadheading. Il deadheading è una pratica in cui i piloti ricevono viaggi gratis come cortesie professionali da altre compagnie aeree. Tutto, inclusi cibo e biglietti, veniva addebitato alla Pan Am. Per fare questo, aveva una carta Pan Am contraffatta, realizzata da una copia che aveva ottenuto facendo finta di essere un uomo d'affari. Falsificò anche la licenza di volo, modificando una placchetta pubblicitaria. Inoltre, falsificò una laurea della Embry-Riddle Aeronautical University. Ottenne anche un'uniforme, dicendo al negozio che la sua era stata persa dalla lavanderia. I giornali lo conoscevano come "Skyway Man" e "il James Bond del cielo".

Medico: Più tardi, Frank impersonò un pediatra in un ospedale della Georgia sotto il nome di Frank Conners. Decise di fare questo perché era stato quasi catturato in un aeroporto di New Orleans. Dopo essersi ritirato in Georgia, avendo fatto sapere al titolare dell'appartamento che era un dottore per paura di essere ancora ricercato come pilota, divenne amico di un vero dottore. Trovò un lavoro, e gli risultò anche facile, dato che non doveva fare niente di effettivamente medico. È però noto che Frank fu scoperto mentre stava quasi lasciando morire un bambino per mancanza d'ossigeno, perché non aveva idea di che cosa fosse un "neonato cianotico", come gli avevano detto. Comunque, Frank riuscì a cavarsela facendo seguire la stragrande maggioranza dei casi agli altri medici. Dopo undici mesi, l'ospedale trovò un sostituto e Frank venne rimpiazzato.

Avvocato: Mentre si faceva passare per Robert Black, primo ufficiale della Pan Am, millantando con una hostess a cui diceva di avere anche una laurea in legge, questa lo presentò ad un amico avvocato. Falsificando una laurea in legge della Harvard University, passò l'esame per professare in Louisiana (Frank racconta di aver veramente sostenuto e superato, al terzo tentativo, questo esame). A diciannove anni si trovò così a lavorare nell'ufficio legale più importante dello stato. Dopo otto mesi fu però costretto a lasciare questo impiego perché un collega che si era davvero laureato ad Harvard cominciò a fargli domande sull'università a cui, ovviamente, Frank non poteva rispondere.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Frank Abagnale ha scritto alcuni libri, tra cui anche un'autobiografia molto dettagliata.

  • Catch Me if You Can
  • The Art of the Steal (tradotto in Italia col titolo L'arte del rubare, Piemme, 2004)
  • Real U Guide to Identify Theft
  • Stealing Your Life

Dalle vendite di questi libri, Frank ha ricavato più di 20 milioni di dollari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Abagnale & Associates, su www.abagnale.com. URL consultato il 20 marzo 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN117984333 · ISNI (EN0000 0003 6851 1010 · LCCN (ENn81011402 · GND (DE124350429 · BNF (FRcb12661019c (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie