François Girardon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Francois Girardon)

Francois Girardon (17 marzo 16281º settembre 1715) è stato uno scultore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo percorso di formazione artistica seguì dapprima la frequentazione della accademia sotto gli insegnamenti di Anguier e successivamente un viaggio accademico in Italia, a Roma nel 1657.

Una volta rientrato in patria, venne chiamato a dirigere l'équipe di scultori che lavorava a Versailles sotto la guida di Le Brun e influenzata dalla personalità di Colbert, realizzando, da parte sua, i gruppi di "Apollo e le ninfe" di ispirazione ellenistica, il "Ratto di Proserpina" con le figure che devono molto al Giambologna, e i graziosi bassorilievi del "Bagno delle ninfe".

Tra le sue opere più celebri figurano la tomba di Richelieu alla Sorbona, in cui evidenziò un classicismo più rigoroso e la statua equestre di Luigi XIV (distrutta nel 1793) nella piazza Vendome, a Parigi.

Tra le varie attività di Girardon, si può annoverare anche la ritrattistica, come nel busto di Luigi XIV, inserita nella tradizione del ritratto aulico francese.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Le Muse", De Agostini, Novara, 1965, vol.5 pag.285

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN32229458 · LCCN: (ENnr98009779 · ISNI: (EN0000 0001 2126 9242 · GND: (DE118717642 · BNF: (FRcb14510282h (data) · ULAN: (EN500115324