Franco della Riunione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franco della Riunione
Nome locale Franc réunionnais
Codice ISO 4217
Stati Francia Riunione
Simbolo
Frazioni 100 centime
Monete 5, 10, 25 e 50 centime, 1, 2, 5, 10, 20, 50 e 100 franchi
Banconote 5, 10 e 50 centime, 1, 2, 3, 5, 10, 25, 100, 500, 1 000 e 5 000 franchi
10, 20 e 100 nuovi franchi
Periodo di circolazione 1874 - 1975
Sostituita da Franco francese dal 1975
Tasso di cambio ()
Agganciata a Franco francese
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Il franco è stato la valuta della Riunione fino al 1975. Era suddiviso in 100 centime.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1874 alla Riunione circolò solo il franco francese (ad eccezione di una singola emissione di moneta). Da quella data iniziarono distinte emissioni di valuta. Inizialmente circolarono banconote della Banca della Riunione (Banque de la Réunion) e del Tesoro Coloniale insieme alla valuta francese. Nel 1896 furono emesse monete, seguite da gettoni bancari nel 1920. Nel 1945 fu creato il franco CFA, che fu adottato nella Riunione, con monete distinte introdotte nel 1948.[1] Sebbene la carta moneta della Riunione fu stampata con il valore equivalente in nuovi franchi dal 1960, il nuovo franco non sostituì il franco della Riunione fino al 1975,[2] quando la valuta francese sostituì quella locale con un rapporto di cambio pari a 1 (nuovo) franco francese = 50 franchi (CFA) della Riunione.

Monete[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1779 e il 1781 vennero emesse monete da 3 sols e da 3 sous che riportavano la denominazione "Iles de France et de Bourbon".[3]

Nel 1816 furono emessi pezzi da 10 centime, con la denominazione "Île de Bourbon", nome con cui era allora nota l'isola della Riunione.[3]

Nel 1896 apparvero le prime monete con la denominazione "Île de la Réunion", con tagli da 50 centime e 1 franco, realizzate in cupronichel.[3][4][5]

Gettoni da 5, 10 e 25 centime in alluminio furono introdotti nel 1920 e circolarono fino al 1941.[3][6]

L'ultima serie fu emessa dall'Istituto d'Emissione dei Dipartimenti d'Oltremare (Institut d'Émission des Départements d'Outre-Mer) in seguito all'adozione del franco CFA. Nel 1948 furono introdotti i pezzi da 1 e 2 franchi in alluminio, ai quali seguirono nel 1955 le monete da 5 franchi in alluminio e quelle da 10 e 20 franchi in cupralluminio, nel 1962 quelle da 50 franchi in nichel ed infine, nel 1964 quelle da 100 franchi, anch'esse in nichel. Tutti i tagli furono emessi fino al 1975.[3][4][7][8]

Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Data di
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Bordo Diritto Rovescio prima coniazione emissione decadenza
Serie "Iles de France et de Bourbon"
3 sols 1779
1780
3 sous 1781
Serie "Île de Bourbon"
10 centime 1816
Serie "Île de la Réunion"
50 centime 22,0 mm 2,5 g Cupronichel Liscio "CONTRE-VALEUR DÉPOSÉE AU TRÉSOR COLONIAL", "BON POUR", valore facciale, anno "RÉPUBLIQUE FRANÇAISE", "ILE DE LA RÉUNION", busto 1896
1 franco 25,0 mm 4,5 g
5 centime Alluminio 1920 1941
10 centime
25 centime
Serie "Franco CFA"
1 franco 23 mm 1,30 g Alluminio Liscio "REPUBLIQUE FRANÇAISE", testa della libertà alata volta a sinistra "REUNION", canne da zucchero, valore facciale 1948 1948 1975
2 franchi 27,0 mm 2,20 g "REUNION", canne da zucchero, valore facciale
5F Reunion.jpg 5 franchi 30,0 mm 3,50 g "REUNION", canne da zucchero, valore facciale 1955 1955
10 franchi 20 mm 3,00 g Cupralluminio Liscio. "PRÆTER OMNES ANGULUS RIDET" "REPUBLIQUE FRANÇAISE", testa della libertà alata volta a sinistra "REUNION", scudo coronato, valore facciale 1955 1955 1975
20 franchi 23,5 mm 4,00 g
50 franchi 24,0 mm 6,00 g Nichel Scanalato. "PRÆTER OMNES ANGULUS RIDET" "REPUBLIQUE FRANÇAISE", testa della libertà alata volta a sinistra "REUNION", scudo coronato, valore facciale 1962 1962 1975
100 franchi 26,0 mm 9 g 1964 1964

Banconote[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1873 e il 1876 la Banca della Riunione (Banque de la Réunion) introdusse banconote da 5, 10, 25, 100 e 500 franchi. Tra il 1884 e il 1886 il Tesoro Coloniale (Trésor Colonial) emise banconote da 50 centime, 1, 2 e 3 franchi.[9]

Nel 1917 la Banca della Riunione emise banconote d'emergenza di piccolo taglio da 5 e 10 centime. La Banca introdusse banconote da 1 000 franchi nel 1937 e da 5 000 franchi nel 1940. Durante la seconda guerra mondiale la Banca emise banconote da 50 centime, 1 e 2 franchi, sotto gli auspici prima della Repubblica di Vichy, poi della Francia libera. La Banca della Riunione cessò di emettere banconote nel 1944.

Nel 1943 la Cassa Centrale della Francia Libera (Caisse Centrale de la France Libre) emise per l'uso nell'isola della Riunione banconote da 5, 100 e 1 000 franchi dello stesso tipo di quelle emesse nell'Africa Equatoriale Francese. Nel 1944 la Cassa Centrale della Francia d'Oltremare (Caisse Centrale de la France d'Outre Mer) emise banconote da 100 e 1 000 franchi nello stesso modo. Nel 1947 la Cassa Centrale della Francia d'Oltremare emise banconote della Francia Equatoriale francese da 5, 10, 20, 50, 100, 500, 1 000 e 5 000 franchi sovrastampate con "La Réunion".

Nel 1960 l'Istituto d'Emissione dei Dipartimenti d'Oltremare (Institut d'Émission des Départements d'Outre-Mer) assunse il controllo sull'emissione di cartamoneta, con banconote da 100, 500, 1 000 e 5 000 franchi, sovrastampate con "La Réunion" o con "Département de la Réunion". Nel 1962 le banconote da 500, 1 000 e 5 000 franchi furono emesse sovrastampate con la denominazione in nuovi franchi (10, 20 e 100 nouveaux francs).[10]

Immagine Valore Dimensioni Colore principale Descrizione Data di Note
Fronte Retro Fronte Retro Filigrana stampa emissione ritiro
Serie Banque de la Réunion (1873-1876)
5 franchi Rosso 1873-1876
10 franchi
25 franchi
100 franchi
500 franchi
Serie Trésor Colonial (1884-1886)
50 centime 1884-1886
1 franco
2 franchi
3 franchi
Serie Banque de la Réunion (1917-1942)
5 centime Rosso 1917
10 centime Rosso
1 000 franchi 1937
5 000 franchi 1940
50 centime 1942
1 franco
2 franchi
Serie Caisse Centrale de la France Libre (1943)
5 franchi 1943
100 franchi Verde
1 000 franchi
Serie Caisse Centrale de la France d'Outre Mer (1944-1947)
100 franchi 1944
1 000 franchi
5 franchi Blu 1947 1960
10 franchi Azzurro
20 franchi Marrone
50 franchi Rosso
100 franchi Giallo
500 franchi
1 000 franchi
5 000 franchi
Serie Institut d'Émission des Départements d'Outre-Mer (1960-1962)
100 franchi 1960
500 franchi
1 000 franchi
5 000 franchi
10 nuovi franchi 1962 Sovrastampati
20 nuovi franchi
100 nuovi franchi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Histoire monétaire de La Réunion (www.mi-aime-a-ou.com/histoire_monetaire.php). URL consultato in data 8 marzo 2013.
  2. ^ (FR) Historique des billets, IEDOM. URL consultato il 7 marzo 2013.
  3. ^ a b c d e (FR) Monnaies de la Réunion (REU), ultramarines.info. URL consultato il 7 marzo 2013.
  4. ^ a b (EN) Réunion, Chiefa Coins. URL consultato il 4 marzo 2013.
  5. ^ (EN) Africa - Coins of Reunion, wbcc.fsnet.co.uk. URL consultato il 7 marzo 2013.
  6. ^ (EN) Africa - Tokens of Reunion, wbcc.fsnet.co.uk. URL consultato il 7 marzo 2013.
  7. ^ (FR) Les pièces de l'île de La Réunion, su La naissance du franc CFA, Annuaire Numismatique Campi, 2012. URL consultato il 4 marzo 2013.
  8. ^ (ES) Monedas de Reunión, Monedas del Mundo. URL consultato il 7 marzo 2013.
  9. ^ (EN) Reunion banknotes, su World Paper Money Catalog and History, ATS Notes, 2010. URL consultato il 7 marzo 2013.
  10. ^ (FR) C.F.A. île de la Réunion (www.mi-aime-a-ou.com/cfa_ile_reunion.htm). URL consultato in data 8 marzo 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]