Franco Tosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima azienda meccanica, vedi Franco Tosi Meccanica.
Franco Tosi

Franco Tosi (Villa Cortese, 21 aprile 1850Legnano, 25 novembre 1898) è stato un imprenditore italiano dell'industria meccanica, di cui è stato pioniere. Fondatore dell'omonima azienda, è noto per il suo contributo alla tecnologia dei motori a vapore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Villa Cortese, Franco Tosi studiò al Politecnico di Zurigo, in Svizzera, dove si laureò ingegnere. Successivamente trascorse un periodo di apprendistato in Inghilterra, passando quindi in Germania dove si occupò di costruzioni stradali a Bad Cannstatt, lavorando in seguito lungo la ferrovia del San Gottardo. Nel 1876 tornò in Italia e si trasferì a Legnano dove venne assunto da Eugenio Cantoni come ingegnere tecnico e direttore della fonderia e fabbrica di macchine Cantoni-Krumm. Alla guida di questa azienda sviluppò i motori a vapore 3 HP (1877) e 40–50 hp Ryder (1881). Nel 1881 divenne socio di Cantoni, e la Cantoni-Krumm cambiò nome in Franco Tosi & C. Dal 1894 divenne unico proprietario dell'azienda che rilevò agli stessi proprietari, iniziando ad occuparsi attivamente anche delle previdenze sociali a favore dei suoi dipendenti.

Il 25 novembre 1898 fu assassinato nei pressi della stazione ferroviaria di Legnano da un suo operaio[1].

La ditta meccanica continuò a crescere anche dopo la sua scomparsa ed è tuttora attiva.

Tosi oggi riposa nel Cimitero monumentale di Legnano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Guido Ucelli, imprese.san.beniculturali.it. URL consultato il 12 aprile 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN316736481 · ISNI: (EN0000 0004 5092 8456 · BNF: (FRcb120794303 (data)