Franco Nonnis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Franco Nonnis (Roma, 10 agosto 1925Roma, 29 ottobre 1991) è stato un pittore e scenografo italiano, ma anche compositore, scrittore, poeta e autore teatrale che ha spaziato in tutti gli ambiti della comunicazione visiva, attivo nell'avanguardia sperimentale italiana ed europea a cavallo degli anni '60 e '70.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver scelto di laurearsi in Matematica, intraprende una strada diversa: negli anni cinquanta a Roma frequenta Roberto Melli, Enrico Accatino, Achille Perilli, Pier Paolo Pasolini (con il quale entrerà presto in contrasto), a Firenze Ottone Rosai prima di trascorrere un lungo e solitario periodo di studio e di lavoro in Germania.

Tornato ricco di stimoli modernisti apre a Roma il suo primo studio e nel 1958 inizia la collaborazione con il compositore Franco Evangelisti, per il quale realizza il materiale matematico e sonoro per la composizione "Incontri di fasce sonore", affermandosi insieme a lui come uno dei maggiori innovatori nell'ambito della ricerca musicale d'avanguardia. Nello stesso periodo insieme al poeta Alfredo Giuliani, esegue collages poetico-visivi e promuove la rivoluzionaria "Prima settimana Internazionale di Nuova Musica" (Palermo 1960), per la quale realizzera manifesto e scenografie, che vedrà uniti, prima volta, musicisti come Cage, Petrassi, Nono, Bussotti, Stockhausen.

Nel decennio successivo realizza il testo e la scenografia dell'azione mimico-teatrale Die Schachtel, (1963) di Franco Evangelisti - rappresentata più volte in Italia e all'estero - il libretto per l'opera "Scene dal Potere" (1964-68) di Domenico Guaccero, e Nanni Balestrini, e il monotipo per "Le comete moribondanti di Hilarotragedia" di Giorgio Manganelli. Partecipa allo fondazione di Nuova Consonanza e del Teatro Sperimentale Centouno di Roma, realizzando scenografie e costumi per il Teatro Stabile di L'Aquila, il Teatro di Roma, il Teatro Stabile di Torino, il Piccolo di Milano, il Massimo di Palermo, il Maggio Fiorentino, il Teatro dell'Opera di Roma, il Kunstdrama di Berlino.

Tra i maggiori successi "La Cortigiana", presentata alla Biennale di Venezia, e il "Coriolano" (Festival Shakespeariano - Arena di Verona, 1969), lo spettacolo che di fatto lancerà Gigi Proietti.

Come artista esegue grandi pitture a tempera, lavori di grafica (dando vita alla celebre serie della "Mani", molto vicina alla pop-art e alla pittura coeva di Mario Schifano), serigrafie, collages (ricordiamo la serie "Superfici"), straordinari schizzi e disegni a china, caratterizzandosi sempre per una fantasia cromatica e compositiva vivissima, ricca di citazioni di gusto surreale e parossistico.

Dal 1970 al 1989 insegnerà Scenografia all'Accademia di Belle Arti di L'Aquila, Carrara e Firenze, collaborando con le riviste Grammatica, Collage, Suma, Art. Morirà a poco più di 60 anni, lasciando alle sue spalle una produzione ancora oggi da riscoprire sotto il profilo critico e storico.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Nonnis Scritti di Alfredo Giuliani, Simonetta Lux, Antonio Calenda, Egisto Macchi con biografia ed elenco completo delle scenografie.

Casa Editrice Semar Roma, 1991

  • M.Nistri - Franco Nonnis Artista Matematico - Corriere della Sera - 18 aprile 1984
  • Per comprendere meglio il personaggio è interessante consultare i "Pensieri sul modo di dipingere", comparsi nel 1964 sulla rivista Collages, nella sezione curata da Nello Ponente e Maurizio Calvesi.

Collocazione delle opere[modifica | modifica wikitesto]

Ha esposto in Italia, Svizzera, Spagna, Germania, Stati Uniti e alla Quadriennale. Sue opere sono conservate presso il MLAC Museo Laboratorio d'Arte Contemporanea di Roma Università La Sapienza, la Galleria Civica di Arte Moderna di Roma, la Collezione Banca Cis, la Collezione Rossmann.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN202906914 · GND (DE161105009
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie