Franco Nisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Franco Nisi (Milano, 11 dicembre 1957Milano, 7 novembre 2016) è stato un giornalista, autore televisivo e conduttore radiofonico italiano.

Legato a Radio Italia sin dai primi anni di vita dell'emittente, nel corso della sua carriera ha lavorato anche come autore televisivo per programmi a diffusione nazionale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito nel 1977 su Radio Metropoli, passando nel 1981 al circuito Multiradio Studio 21.[1] Nel 1986 avviene invece il passaggio a Radio Italia, emittente di cui è divenuto direttore l'anno successivo e per la quale ha lavorato per trent'anni, collaborando nel corso delle stagioni con la redazione giornalistica del network e contribuendo al lancio di diverse iniziative, come il RadioItaliaLive - Il concerto, e della rete televisiva Video Italia, poi diventata Radio Italia TV.[1]

All'attività radiofonica ha affiancato quella televisiva, lavorando in qualità di autore per numerosi programmi televisivi e scrivendo i testi per Toto Cutugno, Mara Venier, Loretta Goggi, Lello Arena, Massimo Lopez, Piero Chiambretti, Alba Parietti.[1] Nel 1996 ha condotto per TMC2 il varietà musicale A casa con Radio Italia,[2] mentre nello stesso periodo ha ideato per TMC il varietà musicale Sei forte!.[3]

Ha per lungo tempo collaborato con Mike Bongiorno, curando per lui diverse trasmissioni, come Tris,[4] Viva Napoli, il 47° Festival di Sanremo e l'edizione 1991-1992 di Telemike.[5] Ha inoltre curato l'edizione di Domenica In del 1993 e l'edizione di Sanremo Estate del 2004.[1]

Lavorava e viveva prevalentemente a Milano, dove morì il 7 novembre 2016 a 58 anni in seguito a una lunga malattia.[6][7]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Franco Nisi ha ricevuto numerose onorificenze e riconoscimenti:[8] il 22 ottobre 2004 presso la sala del Cenacolo della Camera dei deputati in Roma è stato insignito della laurea honoris causa in Economia e tecnica della comunicazione.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Biografia di Franco Nisi, su storiaradiotv.it. URL consultato il 7 novembre 2016.
  2. ^ Baroni, p. 25.
  3. ^ Baroni, p. 408.
  4. ^ Baroni, p. 507.
  5. ^ Baroni, p. 486.
  6. ^ Franco Nisi, addio alla voce storica di Radio Italia, in TgCom, 7 novembre 2016. URL consultato il 7 novembre 2016.
  7. ^ Morto Franco Nisi, voce storica di Radio Italia: la musica lo piange, in corriere.it, 7 novembre 2016. URL consultato il 7 novembre 2016.
  8. ^ http://www.radioitalia.it/web/news/news.php?idNews=595[collegamento interrotto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]