Franco Corleone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franco Corleone
Franco Corleone.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature VIII, IX, XII, XIII
Gruppo
parlamentare
Partito Radicale e I Verdi
Circoscrizione Lombardia e Abruzzi
Collegio Brescia (VIII e IX Leg.) e Ortona (XII e XIII)
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature X
Gruppo
parlamentare
Federalista Europeo Ecologista
Circoscrizione Lombardia
Collegio Milano III
Sito istituzionale

Parlamentare europeo
Durata mandato 1989 –
1994
Legislature III

Dati generali
Partito politico Partito Radicale e Verdi
Titolo di studio Laurea in scienze politiche
Professione dirigente regionale

Franco Corleone (Milano, 29 settembre 1946) è un politico italiano, esponente dei Verdi Arcobaleno e della Federazione dei Verdi e già parlamentare europeo.

È subentrato al Parlamento europeo nel luglio 1989 dopo essere stato candidato alle elezioni del 1989 per la lista dei Verdi Arcobaleno. È stato membro della Commissione per l'energia, la ricerca e la tecnologia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano.

È stato un protagonista della politica studentesca negli anni sessanta a Milano. Ha fatto politica dal 1963 al 2001. Prima nella Federazione Giovanile Repubblicana e nel PRI, poi nel Partito Radicale e infine nei Verdi.

È stato deputato nell'VIII e nella IX legislatura, membro della Commissione Giustizia si è impegnato nel dibattito per l'approvazione della Legge Gozzini e per la legge sulla dissociazione.

Nella X legislatura è stato senatore e componente della Commissione Giustizia; fra le tante iniziative è da segnalare la promozione di una indagine conoscitiva sulle cosiddette “carceri d'oro” e il ruolo di relatore di minoranza per la legge sulle droghe (162, 1990). È stato membro della Commissione Antimafia.

È subentrato al Parlamento europeo nel luglio 1989 dopo essere stato candidato alle elezioni del 1989 per la lista dei Verdi Arcobaleno. È stato membro della Commissione per l'energia, la ricerca e la tecnologia. Carica da cui si è dimesso dopo alcuni mesi.

Deputato per la Federazione dei Verdi nella XII legislatura, è componente della Commissione Affari Costituzionali.

Deputato per i Verdi anche nella XIII legislatura, è stato sottosegretario alla Giustizia dal 1996 al 2001 con i ministri Flick, Diliberto e Fassino con la delega alla giustizia minorile e al carcere. In questo ruolo ha dato impulso alla definizione e all'approvazione del Nuovo Regolamento di esecuzione delle pene elaborato dal Direttore del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria Sandro Margara.

Come rappresentante del Governo ha seguito l'iter parlamentare di molte leggi sul carcere e meritano di essere ricordate quella sull'incompatibilità della detenzione per i malati di Aids, quella sulle detenute madri, la legge Smuraglia sul lavoro dei detenuti, la legge Simeone-Saraceni, la legge sulla sanità penitenziaria.

Ha coordinato gruppi di lavoro per progetti di riforma della legge sulle droghe e sugli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Si è battuto per affermare il diritto all'affettività in carcere attraverso una sperimentazione in alcuni istituti, ma un parere del Consiglio di Stato ne ha impedito l'avvio.

È stato Segretario dell'Associazione Forum Droghe e fondatore e Presidente de la Società della Ragione ONLUS.

Ha ricoperto dal 2003 al 2013 l’incarico di Garante per i diritti dei detenuti del Comune di Firenze. Nell'ottobre del 2013 è stato eletto Garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Toscana.

E' Coordinatore dei Garanti territoriali per i diritti dei detenuti.

Ha scritto numerosi saggi e articoli sui temi della giustizia e dei diritti. Fra i volumi pubblicati, citiamo: Giustizia senza fine (1998, Stampa Alternativa) e La Giustizia come metafora (2002, Edizioni Menabò). Ha curato l'edizione del volume Lo Stato moderno (1989, Passigli Editori).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN8652826