Francisco Domingo Marqués

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Autoritratto di Francisco Domingo Marqués, 1884.

Francisco José Domingo y Marqués (Valencia, 12 marzo 1842Madrid, 22 luglio 1920) è stato un pittore spagnolo[1][2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò i suoi studi artistici all'Accademia delle belle arti di San Carlos a Valencia, avendo come maestro il celebre professore Rafael Montesinos[3]. Nel 1864 si trasferì a Madrid, dove continuò i suoi studi presso la Real Academia de Bellas Artes de San Fernando. Tre anni più tardi, ha ricevuto una pensione da parte del "Diputación Provincial de Valencia" per continuare i suoi studi a Roma[4], dove ha ottenuto una posizione nella bottega di Eduardo Rosales.

Mentre era là, ha inviato le sue opere al Salone Nazionale di Belle Arti, vincendo diversi premi per i suoi dipinti in stile barocco. Soffrendo di febbre malarica, tornò in Spagna e ha insegnato presso l'Accademia di San Carlos per un anno. Il suo ritratto di Santa Clara vinse il primo premio alla Mostra del 1871[3]. Una volta tornato in Spagna si divise tra Madrid e Valencia, soggiornando anche a Parigi, dove più tardi, risiedette perché vi aveva una seconda casa. Lo stesso anno, la sua pensione è stata annullata.

Si sposò nel 1874 e, l'anno successivo, si trasferisce a Parigi, dove le sue opere erano composte principalmente da scene di genere storico e ritratti per mecenati dell'alta società, molti dei quali erano ex clienti di Marià Fortuny. Durante questo tempo, ha assorbito alcuni elementi del stile Meissonier nonché per ravvivare la sua tavolozza sotto l'influenza degli impressionisti. Fece anche contatti con i mercanti d'arte negli Stati Uniti. William Henry Vanderbilt e Augustin Daly sono stati tra coloro che hanno acquistato i suoi quadri.

Nel 1914, all'inizio della prima guerra mondiale, tornò a Madrid, insieme al figlio Roberto (1883-1956)[5]. Tre anni più tardi, entrò a far parte della Real Academia de Bellas Artes de San Fernando. Nel 1918, il suo lavoro è stato oggetto di una retrospettiva e tributo nella sua città nativa.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran Croce dell'Ordine civile di Alfonso XII - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine civile di Alfonso XII
— 6 dicembre 1919[6]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Efemerides — Hoy 12 de Marzo...[collegamento interrotto]
  2. ^ día 12 de marzo efémerides
  3. ^ a b Brief biography @ MCN Biografías.
  4. ^ Brief biography @ the Museo del Prado.
  5. ^ Roberto Domingo website.
  6. ^ Gaceta de Madrid n° 340 del 6 dicembre 1919, pagina 1092.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francisco Domingo, Valencia, Fundación Bancaja (1998) ISBN 84-89413-42-8
  • Carmen Gracia Baneyto, "Francisco Domingo y el mercado de la `High Class Painting'", from Fragmentos, nos.15-16, Madrid (1989)
  • Santiago Rodríguez García, El pintor Francisco Domingo Marqués. Resumen de su vida y significación de su obra, Valencia, Círculo de Bellas Artes (1950).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN87478472 · ISNI (EN0000 0000 6639 9289 · LCCN (ENno2014088498 · GND (DE1050803272 · BNF (FRcb16235585r (data) · BNE (ESXX1723565 (data) · ULAN (EN500030716 · WorldCat Identities (ENlccn-no2014088498