Francis Danby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francis Danby

Francis Danby (Wexford, 16 novembre 1793Exmouth, 9 febbraio 1861) è stato un pittore irlandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Diluvio, 1840, Tate Britain, Londra

Dopo un periodo di apprendistato a Dublino, partì nel 1813 per l'Inghilterra e visse a Bristol. Iniziò a dipingere paesaggi romantici di carattere originale, come ad esempio Rocce a Clifton, ora nel Bristol Museum & Art Gallery.

Una mostra le sue opere, piene di un elegante poesia, ebbe notevole successo e lo indusse a stabilirsi nel 1824 a Londra, ove divenne celebre per tele caratterizzate da una immaginazione visionaria. Nel 1829, in seguito ad un matrimonio che fece scandalo e che incrinò la sua reputazione, fu costretto a partire per l'estero. Tornato a Londra nel 1840, non riuscì ad imporsi una seconda volta e nel 1847 si ritirò a Exmouth. Iniziò ad esporre regolarmente alla Royal Academy una serie di paesaggi sereni; di questo periodo è Evenig gun (1848), che fece grande impressione alla Esposizione internazionale di Parigi del 1855.

Mentre le sue opere create per le esposizioni puntano su effetti spettacolari e alla moda, confrontabili con quelli di John Martin, quelle dipinte per se è, più modeste, rivelano una visione personale. Sue opere sono presenti alla Tate Gallery (Ninfa dei boschi, Inno al sole nascente), al Victoria and Albert Museum (Lago di Liensford, Norvegia) e alla National Gallery.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ernst Gombrich, Dizionario della Pittura e dei Pittori, Einaudi Editore, 1997

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN12578296 · ISNI (EN0000 0000 8339 3479 · Europeana agent/base/75044 · LCCN (ENn50037773 · GND (DE119116294 · BNF (FRcb14972196b (data) · ULAN (EN500024662 · BAV (EN495/94396 · CERL cnp01331235 · WorldCat Identities (ENlccn-n50037773