Curtefranca rosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Franciacorta rosso)
Jump to navigation Jump to search
Curtefranca rosso
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)100 q
Resa massima dell'uva68,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
10,5%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
11,0%
Estratto secco
netto minimo
18,0‰
Riconoscimento
TipoDOC
Istituito con
decreto del
3/07/2008
Gazzetta Ufficiale del15/7/2008,
n 164
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

Il Curtefranca rosso è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Brescia.

Curtefranca è la denominazione che dal 2008 ha preso il posto di Terre di Franciacorta.

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: rosso vivo con riflessi rubino brillanti.
  • odore: fruttato caratteristico, eventualmente erbaceo.
  • sapore: di medio corpo, asciutto, vinoso, armonico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1995 il nome del vino era Franciacorta rosso,[1] un DOC la cui produzione era consentita nella provincia di Brescia.

Più esattamente, Franciacorta rosso era una delle due designazioni[2] previste dal disciplinare del 1967 che istituì la denominazione Franciacorta la quale, dal 1995, è divenuta DOCG specifica solo per lo spumante a metodo classico. La designazione non esiste più dal 1995 in quanto confluì nella DOC Terre di Franciacorta (tipologia "rosso") nata appunto nel 1995 con lo sdoppiamento delle due tipologie di vino (il solo metodo classico, Franciacorta DOCG, e la tipologia fermo, Terre di Franciacorta DOC).

Dal 2008 la DOC Terre di Franciacorta si chiama Curtefranca e, in pratica, il vecchio Franciacorta rosso è ora assimilabile al Curtefranca rosso.

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

Risotto porri e gorgonzola

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • nessun dato disponibile

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ DPR 21/07/67 pubblicato sulla G.U. 21/08/67 n.209, successivamente modificato nel 1984
  2. ^ L'altra designazione prevista dalla doc era il Franciacorta "Pinot" (che poteva anche essere in versione spumante)
Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici