Francesismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il francesismo (o gallicismo) è una parola francese entrata abitualmente nel vocabolario di un'altra lingua, ad esempio quella italiana.

La parola può essere rimasta nella sua forma originaria (per esempio, routine), e rappresentare così un prestito linguistico, oppure può essersi piegata alle regole della lingua ricevente, venendone quindi declinata, divenendo un calco linguistico.

Una forma particolare di francesismo è il prestito di ritorno, quando, cioè, una parola italiana è stata utilizzata in lingua francese e declinata secondo le regole di questo idioma. Come tale viene poi accolta nella parlata italiana: ad esempio sport, che deriva da diporto e del quale condivide lo stesso significato.

Da distinguere dal francesismo è il falso francesismo, nel caso di una parola solo "apparentemente" francese. Solitamente tali lemmi vengono utilizzati per velare con un tono di eleganza il discorso. Un esempio è la parola bluette.

Diversi dal falso francesismo sono i cosiddetti "falsi amici", parole che nelle due lingue sono molto simili, vengono utilizzate correntemente entrambe, ma con significati leggermente o assai diversi.

Francesismi usati in italiano[modifica | modifica sorgente]

A
  • Abat-jour = paralume.
  • Abutìlon = pianta ornamentale della famiglia delle Malvacee.
  • Acajou = anacardio.
  • Accrochage = urto; urto di imbarcazioni nelle gare di canottaggio; abbordaggio.
  • Accrocheur = ciclista che si ripara dietro ad un altro corridore per usufruire del riparo contro la resistenza dell'aria.
  • Affiche = cartellone pubblicitario, manifesto.
  • Agrafe = uncino, gancio.
  • Agrafé = uncinato, agganciato.
  • à jour = punto a giorno.
  • Allumage = accensione e spegnimento dei motori a scoppio.
  • Allure = andatura, portamento.
  • Amateur = appassionato, dilettante.
  • Avant la lettre= ante litteram. anticipazione dei caratteri di un periodo storico successico; prima prova di stampa.
  • Apàche = membro di una tribù di Indiani d'America; teppista o vagabondo della città di Parigi.
  • Aplomb = sicurezza, disinvoltura; anche per indicare che un abito "cade" bene.
  • Applique = piccolo lampadario da parete.
  • Apport = apporto di un socio al fondo sociale.
  • Apprentissage= apprendistato.
  • Argenté = pelliccia di volpe argentata.
  • Argot = gergo della malavita parigina.
  • Armoire = armadio.
  • Arrière-goūt= retrogusto (spesso in senso dispregiativo); anche in senso figurato.
  • Arrière-pensée= pensiero sottinteso; doppio fine.
  • Atelier = negozio, sartoria, laboratorio, studio.
  • Atout = nei giochi di carte è il seme che si è dichiarato di giocare e che ha vantaggi speciali nelle prese.
  • Attaché = addetto diplomatico o militare.
  • À valoir = anticipo.
  • Avances = fare delle proposte, sondare una situazione (soprattutto in campo diplomatico e amoroso[1]).
  • Avant-garde.
  • Avenue = viale.
B
  • Badinage = tipologia di composizione musicale.
  • Baguette = sfilatino di pane francese.
  • Balconette = corsetto senza spalline. reggiseno modello "a balconcino".
  • Bandeau = fascia per capelli; modello di ciuffo di capelli che cinge la fronte.
  • Banlieue.
  • Barēme = prospetto, tabella.
  • Battage = campagna pubblicitaria condatta attraverso tutti i mezzi d'informazione.
  • Béchamel = besciamella.
  • Béguine = tipologia di danza afro-americana.
  • Beige = colore falbo, lionato, sauro.
  • Beignet = (poi italianizzato in bignè) frittella, bombolone alla crema.
  • Belle-époque= espressione per indicare il periodo florido per le classi agiate che va dalla fine dell'Ottocento ai primi del Novecento.
  • Bénédictine= liquore prodotto dai monaci benedettini francesi.
  • Berceau = pergolato, chioschetto.
  • Berceuse = tipologia musicale simile alla ninnananna.
  • Bergere = pastorella; poltrona molto comoda.
  • Bévue = svista, sbaglio.
  • Bibelot = soprammobile, gingillo, ninnolo.
  • Biberon = poppatoio.
  • Bidet.
  • Bidonville= baraccopoli.
  • Bijou = gioiello, gingillo, vezzo; in italiano più propriamente: gioiello di materiale non prezioso (anche adattato "bigiù").
  • Bijouterie = gioielleria, insieme dei gioielli, bigiotteria.
  • Biscuit = porcellana cotta due volte, priva di pittura e smalto.
  • Blague= vanità, fandonia.
  • Blagueur = chiacchierone, gradasso, bugiard.
  • Bleu = blu.
  • Blouse = blusa, camicetta.
  • Boite = scatola; tipologia di locale notturno francese.
  • Bombé = convessità, convesso.
  • Bonbon = confetto, dolcetto.
  • Bonne = bambinaia, governante.
  • Bonne à tout faire = donna di servizio che fa tutto in casa.
  • Bonnet = berretto.
  • Bon-ton = buone maniere.
  • Bordeaux = vino prodotto nella regione di Bordeaux; colore rosso tendente al bruno.
  • Bouclé = boccoli; filo annodato (solitamente lana).
  • Boudoir = salottino per signore; spogliatoio.
  • Bouffant = a sbuffo; si dice di stoffa rigonfia.
  • Bouillabaisse = piatto marsigliese.
  • Boule = palla; borsa dell'acqua calda.
  • Boulevard = viale; baluardo, bastione.
  • Bouquet = mazzo, insieme.
  • Bouquiniste = rivenditore di libri vecchi.
  • Bourrée = ballo contadino caratteristico.
  • Boutade = arguzia, paradosso, facezia detta per stupire.
  • Boutique = bottega, negozio.
  • Boxe = pugilato.
  • Boxeur = pugile.
  • Braille = (dal nome di Luigi Braille) scrittura a rilievo punteggiato che consente la lettura ai ciechi.
  • Brasserie = birreria, fabbrica di birra.
  • Brick-à-brack = cianfrusaglia, roba da rigattiere.
  • Bricolage
  • Brioche = brioscia.
  • Broche = spilla, fermaglio.
  • Broché = libro con copertina in cartoncino e non rilegato.
  • Brochure = opuscolo, fascicolo.
  • Broderie = ricamo.
  • Brulé = vino bollito.
  • Buffet = credenza in cui riporre piatti e biancheria da tavola; rinfresco; banchetto in piedi.
  • Bureau = ufficio; banco.
  • Bustier
  • Buvette = bar, bettola.
C
D
E
  • Élite
  • Enclave
  • Entraîneuse = una donna che lavora in un locale notturno per fare compagnia ai clienti e spingerli a consumare alcolici.
F
G
H
  • Habitué = frequentatore assiduo.
  • Habitat (forse dall'inglese).
L
M
N
  • Noir
  • Nonchalance = noncuranza, indifferenza, distacco, anche come atteggiamento ostentato ostentatato[3] .
P
R
S
  • Silhouette
  • Soubrette
  • Suite, con vari significati: séguito di un personaggio, successione di eventi, composizione musicale (v. Suite musicale), o anche (dall'inglese) appartamento di più stanze in un albergo di lusso[5].
T
V

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ avance s.f., Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani
  2. ^ craquelure s.f., Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani
  3. ^ nonchalance s.f., Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani
  4. ^ parures.f., Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani
  5. ^ suite s.f., Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani