Francesco Zorzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Frontespizio dell'opera De harmonia mundi totius cantica tria di Francesco Zorzi.

Francesco Zorzi, noto anche come Francesco Giorgio Veneto, Franciscus Georgius e François Georges de Venice (Venezia, 1466Asolo, 1540), è stato un religioso, teologo e filosofo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entrato nell'ordine francescano, insegnò esegesi biblica nelle scuole dell'Osservanza e fu a lungo guardiano del convento di San Francesco della Vigna a Venezia.

Seguace del neoplatonismo fiorentino e, in particolare, di Marsilio Ficino e di Giovanni Pico della Mirandola, fu grande conoscitore della qabbalah ebraica.

Nel 1525 apparve a stampa la sua prima opera, il De harmonia mundi totīus cantica tria, in cui si mescolavano agostinismo, origenismo, scotismo e un'interpretazione cristiana della qabbalah.

Nel 1536 apparvero, ancora a Venezia, gli In Scripturam sacram Problemata, enorme repertorio di domande e risposte su problemi di esegesi biblica in cui si combinano conoscenze enciclopediche e la persuasione della necessità di rinnovare la conoscenza e lo studio della Scrittura. In quest'opera si registra un uso massiccio del Sefer ha-Zohar, il testo più importante della tradizione cabalistica. La sua prima opera architettonica è la chiesa della Madonna dei Miracoli a Motta di Livenza del 1510[1] che da più critici (John Mc Andrew - Tafuri) venne definita vagamente codussiana. Successivamente fece modificare le quote della chiesa di San Francesco della Vigna in collaborazione con Jacopo Sansovino (che lavorò anche nella chiesa di Motta di Livenza) applicando i numeri della Cabala in forma di passi veneti. Un suo avo incaricò il Codussi per palazzo Zorzi a Venezia.. (Il cardinale e l'architetto. Girolamo Aleandro e il Rinascimento Adriatico Veneziano, Alfonso Vesentini Argento.). Padre Zorzi era un insigne ebraista e un profondo conoscitore delle scritture cabalistiche. De Harmonia Mundi totīus ebbe una grande influenza sulla costruzione della chiesa di San Francesco della Vigna. Con il Doge Andrea Gritti sono riusciti a dare impulso a quella renovatio urbis che ha fatto arrivare a Venezia anche il Sansovino. Ma prima di lui ha lavorato il Codussi.[2] Tra le opere a lungo rimaste inedite si segnalano L'Elegante Poema e il Commento sopra il Poema, edite per la prima volta nel 1991 sulla base dell'unico manoscritto conservato presso la Biblioteca Nazionale di Napoli.

Zorzi (francescano osservante) sarà consulente di Enrico VIII e troverà le ragioni per sostenere il divorzio proposto dal re e motivo poi di scomunica e scissione della chiesa cattolica con la nascita di quella anglicana. Curiosa la presenza di Zorzi a Motta di Livenza paese natale di Girolamo Aleandro che con la Dieta di Worms propose la scomunica di Lutero. Zorzi dovrà rientrare su certe opinioni pena la scomunica. Due prelati impegnati su due fronti diversi: Aleandro uomo della Chiesa cattolica contro i luterani e Zorzi con forti derive protestanti in seno alla [[Repubblica di Venezia|Repubblica veneta.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'armonia del mondo, a cura di Saverio Campanini, "Il Pensiero Occidentale", Bompiani, Milano 2010.
  2. ^ Il cardinale e l'architetto. Girolamo Aleandro e il Rinascimento Adriatico Veneziano', A.V.A.).
  3. ^ Manfredo Tafuri, Armonia e conflitti, Peter Lang B, 1º gennaio 2015, ISBN 9783035299632.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Zorzi, L'armonia del mondo, a cura di Saverio Campanini, testo latino a fronte, coll. "Il Pensiero Occidentale", Bompiani, Milano 2010.
  • Francesco Giorgio Veneto, De harmonia mundi, pref. Cesare Vasoli, Lavis-Firenze, La Finestra editrice-Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, 2008, ISBN 978-8888097-75-6; ISSN 1973 – 1337.
  • Francesco Giorgio Veneto, L'Elegante Poema & Commento sopra il Poema, a cura di Jean-François Maillard, Arché - Edidit, Milano - Paris 1991.
  • Silvano Onda, Le vicende costruttive della chiesa e del convento. Il progetto di Jacopo Sansovino e il «memoriale» di Francesco Zorzi; Le teorie ermetiche di frate Zorzi, in La chiesa di San Francesco della Vigna e il convento dei Frati Minori, Venezia 2008 (Edizione a cura della Parrocchia di San Francesco della Vigna), Venezia 2008, pp. 55–88
  • Saverio Campanini, Francesco Giorgio's Criticism of the Vulgata: Hebraica Veritas or Mendosa Traductio? in G. Busi (ed.), Hebrew to Latin, Latin to Hebrew. The Mirroring of Two Cultures in the Age of Humanism, Berlin Studies in Judaism 1, Nino Aragno Editore, Turin 2006, pp. 206–231.
  • Saverio Campanini, Ein unbekannter Kommentar zum „Hohelied“ aus der kabbalistischen Schule von Francesco Zorzi: Edition und Kommentar, in G. Frank – A. Hallacker – S. Lalla (edd.), Erzählende Vernunft, Akademie Verlag, Berlin 2006, pp. 265–281.
  • Saverio Campanini, Le fonti ebraiche del De Harmonia mundi di Francesco Zorzi, in «Annali di Ca' Foscari», XXXVIII, 3 (1999), pp. 29–74.
  • Giulio Busi, Francesco Zorzi. A Methodical Dreamer, in The Christian Kabbalah. Jewish Mystical Books and their Christian Interpreters, edited by J. Dan, Cambridge (Ma.), Harvard University Press, 1997, p. 97-125.
  • Saverio Campanini, Haophan betoc haophan. La struttura simbolica del De Harmonia mundi di Francesco Zorzi, in «Materia Giudaica», 3 (1997), pp. 13–17.
  • Alfonso Vesentini Argento. Il cardinale e l'architetto. Girolamo Aleandro (1480-1542) e il rinascimento adriatico veneziano.Apostrofo edizioni-Pieve San Giacomo-Cremona. 2013 ISBN 9788897819158

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14770363 · ISNI (EN0000 0001 1873 2988 · SBN IT\ICCU\CFIV\006535 · LCCN (ENno95046849 · BNF (FRcb11905011q (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie