Francesco Siacci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Angelo Francesco Siacci
FrancescoSiacci.jpg

Senatore del Regno d'Italia
Legislature XVIII
Angelo Francesco Siacci
20 aprile 1839 – 31 maggio 1907
Nato a Roma
Morto a Napoli
Dati militari
Paese servito Italia Regno d'Italia
Forza armata Italia Regio esercito
Arma Esercito
Corpo Artiglieria
Anni di servizio 1861 - 1892
Grado Maggiore generale
Guerre Terza guerra d'indipendenza italiana
Studi militari Scuola d'applicazione d'artiglieria e genio di Torino

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Angelo Francesco Siacci (Roma, 20 aprile 1839Napoli, 31 maggio 1907) è stato un matematico e senatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale di artiglieria e professore di balistica nella Scuola di applicazione di Torino, si laureò all'Università di Roma nel 1860 e si dedicò a lungo all'insegnamento della meccanica razionale, prima all'Università di Torino e poi, lasciato nel 1892 il servizio militare, in quella di Napoli.

La grande notorietà di Siacci è dovuta agli studi teorici e sperimentali di balistica da lui compiuti specialmente sulla resistenza opposta dall'aria al moto dei proiettili: i risultati di tali ricerche hanno importanza fondamentale per la redazione delle tavole di tiro.

Fu nominato membro dell'Accademia dei Lincei dal 1872 e Senatore del Regno dal 1892.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. F. Tricomi, Matematici italiani del primo secolo dello stato unitario, Memorie dell'Accademia delle Scienze di Torino. Classe di Scienze fisiche matematiche e naturali, serie IV tomo I, p. 103, 1962.
  • B. Barberis, Francesco Siacci, in La Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche Naturali di Torino 1848-1998 – Tomo secondo: I docenti, Deputazione Subalpina di Storia patria, Torino Palazzo Carignano, pp. 487-489, 1999.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN89438366 · SBN: IT\ICCU\MILV\193460 · ISNI: (EN0000 0000 7729 4474 · GND: (DE1055112650 · BNF: (FRcb10635516s (data)